username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Termiti

Quelle dell'innata voglia di costruire.
Ed io del reiterare.
Opere colossali per una termite.
Distruttive,
si seguono l'un l'altra.
Poggio su fragile ed incantevole terra rossa, ricordi.
Un bambino bianco e odor di marmo bagnato, cocente.
Più in là un'autostrada, oltre ancora odore di cucciolo e latte e campagna.
Un bambino nero
con strani giochi inventati, che chisà dove ho visto.
E ancora terra rossa, ma non la stessa. Di vino ed olivi riarsa.
E tempo bello che ne vuoi ancora, azzurro, ma non ce n'è.
E tempo che ne vuoi ancora ma non ce n'è.
Tempo comprato da adulto e caldo e compagnie che te ne danno gratis.
Ma non più.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • IGNAZIO AMICO il 16/02/2009 23:32
    Un calarsi nei ricordi con malinconico rimpianto espresso con valide ed efficaci immagini. Poesia che lascia un qualche segno in chi legge. Bravo.
  • Maurizio Gagliotti il 12/03/2008 22:29
    Infinite grazie per il consenso espresso a tutti
  • Anonimo il 12/03/2008 11:13
    A me piace... complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0