PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mi aderisce quando la stringo già sento mi appartiene

Come giunco di papiro in vaso, delicato e bisognoso di grandi cure
che cresce e crescono
e si nutre come io di lei della nostra reciproca presenza.
Non acqua non pane ma datemi la mia erba.
Chè io possa nutrirmi
vedendola crescere nutrendosi del mio sguardo.
Vorrei occhi più grandi, tempo e più amore
ed una più grande bocca per respirar di noi.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • EKIPS _ il 18/04/2008 02:01
    Piacevole come una leggera brezza marina. Versi splendidi. Complimenti!
    Un saluto.
  • Maurizio Gagliotti il 30/03/2008 19:08
    grazie
  • filippo s ganci il 30/03/2008 13:49
    Molto piaciuta, una bellissima poesia d'amore!
  • Maurizio Gagliotti il 13/02/2008 22:22
    grazie Michelangelo
  • Michelangelo Cervellera il 12/02/2008 21:57
    Molto bella queta dedica d'amore, lieve nell'animo, forte d'amore. michelangelo
  • sara rota il 08/02/2008 15:52
    Bellissima dedica d'amore... comunque sia non sono necessarie grandi bocche per amare, ma grandi cuori sì
  • Stefania Barbieri il 08/02/2008 15:36
    Ehi si... veramente cristallina questa poesia d'amore... il cuore riesce a creare versi molto molto belli!!!
  • francesco sobberi il 06/02/2008 20:45
    pulita e impalpabile, ma al tempo stesso surreale. bravo. ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0