accedi   |   crea nuovo account

L'ATTESA

I giorni passano, passano i mesi
e gli anni maturano.
Maturano i frutti acri della miseria
e lo stento delle case popolari
non ha cambiato il volto
a questo tempo.

Il fuoco arde dentro il loro forno
che cucina il pane la mattina
e arde nello stomaco di un padre
che patisce le promesse di un padrone.
I figli crescono
e maturano le idee
e nelle case di questa Napoli di feste
si respirano promesse uguali a prima.

E il tempo scivola
fra le carezze di una madre rassegnata,
che tira i conti fino a fine  mese;
e i comizi alla televisione
dei prossimi eletti santi
che faranno miracoli per il paese.

I vecchi guardano,
ma le novità non gli appartengono,
e lasciano che il tempo scorra coi ricordi,
che sono duri come duro era l’acciaio,
quello fuso per quarant’anni.

Com’è difficile oggi volersi bene,
per me e per lei
che stiamo sempre insieme.
Sognando troppo c’è venuta fame
e a starci attenti non ci fa piacere

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Daniele Tiraboschi il 25/07/2008 15:22
    Molto bella, le figure che evochi appaiono davanti agli occhi
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/02/2008 09:53
    Un argomento caro al poeta: la gente della sua Napoli; una vita di stenti, di attese; un desco imbandito più di amore che di pane. Una lirica che insegna e mette la pelle d'oca.
  • Anna G. Mormina il 05/02/2008 18:33
    Achi si potrebbe mandare?
    ... io una idea ce l'avrei... ma... come fai noare, fatica sprecata!!!
    Enzo, è bellissimaaaa, complimenti e un sorriso!
  • nicoletta spina il 04/02/2008 22:53
    che bella, profonda e intensa... parole vere le tue e splendido omaggio a questa città così bella e difficile da vivere. grazie per il tuo commento a me
  • Riccardo Brumana il 04/02/2008 22:37
    bravo Enzo, bella poesia!!!
  • Cinzia Gargiulo il 04/02/2008 21:21
    Hai dipinto un quadro molto veritiero della nostra amata Napoli... città bellissima piena di problemi che nessuno ha mai avuto veramente interesse a risolvere.
    Poesia molto profonda e ben scritta.
    Ti abbraccio Enzo...
  • Antonio Pani il 04/02/2008 18:21
    Riflessione sentita, delicata, incisiva e profonda. Molto apprezzata. Il mio augurio è per un attesa che possa portare al più presto un sorriso... e non solo. A rileggersi, ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0