accedi   |   crea nuovo account

Lo sbadiglio del terrore

Nessuno ascolta il rumore assordante del lupo,
estasiato dinanzi ai bagliori della notte…
un luccichio assorbe il silenzioso spazio
nel vuoto dell’ignoto respiro accaldato della lucciola
che traballante attraversa il sentiero
nel folto dell’ugola dell’umano mio alito soave.

Ascolta la notte,
ascolta la nebbia,
ascolta e non restare senza un fruscio oblungo
nel dolce mio silenzio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • maria teresa di donato il 14/08/2008 14:29
    emozionanti davvero.
    sembra quasi di sentire ciò che hai scritto...
    molto sentita.
    1bacio
  • Isabella Gajdemska il 20/02/2008 11:02
    Ti leggo solo ora... Bella, raffinata, ricercata elegante scrittura.
  • augusto villa il 11/02/2008 15:04
    Piaciuta, molto bella... Gli ultimi quattro versi...(che secondo me potrebbero essere già una poesia a sè... chiudono in modo stupendo.
    Bravissima Sara!!!... e grazie per i tuoi commenti... Mi fanno sempre piacere!... Ciao!!!
  • Lestat V il 10/02/2008 11:34
    bella sara secondo me e' la migliore che hai scritto
    un abbracio Lestat
  • Aedo il 07/02/2008 13:45
    Mi piace molto la tua poesia, Sara: il silenzio della notte, i brividi di emozioni vitali, sensazioni che lasciano senza respiro. Bravissima!!!
    Ignazio
  • Maria Lupo il 07/02/2008 01:20
    Molto suggestiva e ben costruita, Sara. Secondo me è una delle migliori che hai scritto.
  • alice di nanna il 06/02/2008 11:21
    è molto bella, mi sono piacuti milto i due righi iniziali e i quattro finali, è una poesia davvero stupenda!

    sempre vostra sognatrice
  • Vincenzo Capitanucci il 06/02/2008 09:28
    inneggia all'infinito... è meglio che cerca..
    bravissima
    Vincenzo
  • Vincenzo Capitanucci il 06/02/2008 09:25
    Sublime... Sara è bellissima... anche se non la conosco... lol... anche il lupo con il suo straziante ululare cerca l'infinito... come te... come me... come noi...
    Grazie
    Vincenzo
  • Riccardo Brumana il 05/02/2008 22:37
    descrivi un silenzio che crea atmosfera come fosse una melodia dolce e malinconica. molto bella, brava saretta
  • Michelangelo Cervellera il 05/02/2008 19:47
    Dolcissima, magici versi, se tutti riuscissimo ad ascoltare le voci che proponi non ci sarebbe paura e confusione. Bellissima veramente. Michelangelo
  • laura cuppone il 05/02/2008 19:21
    Sara... che atmosfera.. che trasporto.. che meraviglia l"ascolto" che proponi per elementi inascoltabili.. elementi che confondono, come la notte, o la nebbia.. un cucciolo che forse sarà il padrone assoluto di quegli elementi.. Tu sei come quel cucciolo con i versi a volte... sempre dolce ma con una forza imprevedibile... Bellissima!!!
    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0