accedi   |   crea nuovo account

Insonnia

INSONNIA


Compiono sinistre le fiamme
Il silente tributo
a quel che sospiri d'uomini chiaman destino
Destino viver si rivela
Finché Corpo necessita il sonno
E il vivere che s'ignora.

Smorzate onde
Di creste mal tagliate dal tempo
Che neri frutti subiscono al confidenziale saluto di Luna a Marea.
Realtà viver si rivela
Finché Anima necessita il sonno
E il viver che s'ignora

Posate stelle
Sospese foglie di Salice ridente
E Bugiardo dimentico d'ogni sua radice d'asfalto intrisa e di sterili sogni
Etereo viver si rivela
Finchè Spirito necessita il sonno
E il viver che s'ignora

Sincere nudità rincuoran le sporche triadi del mondo
Per l'ignorar che preme rivelan la scure
E il velato monito che solitario il viver sospinge
Tra agognati respiri e mancati risvegli.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • ChiaraLuce DelGiorno il 26/10/2009 20:12
    Una curiosità... rileggendo oggi questa poesia, tu autore, senti le stesse sensazioni che la ispirarono?
  • Fiscanto. il 05/10/2009 15:06
    bella... piaciuta tantissimo.
  • Donato Delfin8 il 08/01/2009 09:51
    Interessante. grazie a presto
  • Wester Auxano il 26/08/2008 11:57
    Metrica e ritmica formidabili... un'insonnia tridimensionale, completa, spirito anima e corpo... nudi, soli, tra coscienza ed incoscienza.. tra desideri e mancare realizzazioni... capolavoro di un genio poetico poco compreso...
  • Teodoro De Cesare il 05/08/2008 00:26
    versi un po' complessi, ma dietro l'insonnia c'è una sofferenza?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0