accedi   |   crea nuovo account

Il giudizio universale

Fu una tumultuosa cavalcata verso il delirio sensoriale.
Incontrammo un’aferesi: sublime, irripetibile, approccio mentale.
Nembi perniciosi calarono in linea retta.
Apoteosi di segmenti odorosi.
Raggiungemmo la cima di un monte, ansimando con dubbio mortale.
FU IL GIUDIZIO.
IL GIUDIZIO UNIVERSALE.
Voi tra i beati.
Voi a bruciare tra le fiamme eterne.
La giustizia inglobò il tempo e lo spazio.
METATESI QUANTITATIVA

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Simone Veltroni il 18/03/2008 08:53
    Interessante e piacevole.
  • Riccardo Brumana il 10/02/2008 22:58
    interessante, poesia da persona colta, peccato per la struttura irregolare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0