username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nebbia

La nebbia sale da dentro,
schiodiamo le nostre colpe
spezziamo le catene
togliamo il respiro al mostro leggero e
voliamo lontano.

Obblighiamoci a parlare,
discutiamo i nostri pensieri
respiriamo le nostre abitudini e
sorridiamo al mondo.

Affondiamo la spada,
liberiamoci dell’essere
rifiutiamo il fumo
attiviamo il tempo e
sollecitiamo il sangue a scorrere.

Urliamo sugli errori fatti,
riprendiamoci il senso perso
stracciamo la foto in cui l'ora è vecchia e
abbandoniamo la vecchia strada.

Imponiamoci l'ultimo momento,
resistiamo allo sgomento
abbattiamo la debolezza e
cediamo solo alla dignità ritrovata.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

37 commenti:

  • Adamo Musella il 19/06/2010 18:31
    Un battaglia a voce alta che rende merito alla nostra dignità, vale sempre la pena farlo. grazie delle bella lettura Cristina. un bacio
  • Anonimo il 19/06/2010 18:24
    Ben venga sempre la dignità ritrovata, capita a volte di perderla. Una poesia degna di profonda riflessione. Molto bella.
  • Adamo Musella il 30/08/2008 00:42
    Nonostante tutto è la scelta più indovinata grazie Naida baci
  • Adamo Musella il 29/08/2008 11:04
    La vita è un dono prezioso, unico e certamente val la pena di viverla tutta. Bello il riferimento grazie molte Oryu per il commento ciao
  • Oryu LightWarrior il 29/08/2008 10:42
    Ho appreso da un po' che piante come le patate crescono anche nel più freddo degli inverni (se pur di ridotte dimensioni). La Vita alla fine vince sempre... SEMPRE!!! Anche quando ai nostri occhi non sembra!
    Bella poesia, complimenti!
  • Adamo Musella il 19/08/2008 21:53
    Il mio pensiero è onorato da una presentazione così acuta e brillante Grazie 1000 cara Cinzia molti :bacio:
  • Cinzia Gargiulo il 19/08/2008 15:31
    Ci sono momenti nella vita in cui tutte le nostre certezze sono spazzate via.
    Ci sentiamo svuotati, quasi annientati. Ciò in cui abbiamo sempre creduto sembra privo di fondamento. Quello che stavamo costruendo ci appare un castello di sabbia che al primo soffio di vento crolla.
    Era tutto un’illusione?
    Ecco che veniamo risucchiati in un vortice, non riusciamo a capire quello che ci sta accadendo e proviamo solo uno strano senso di vuoto. Si finisce col toccare il fondo e solo dopo averlo fatto si può tornare lentamente a risalire.
    È quanto Adamo trasmette in questa poesia con immagini metaforiche che hanno forte presa sul lettore.
    Emerge forte la sua voglia di far dissolvere la nebbia interiore che lo soffoca, fin quasi a bloccare il suo vivere. Una nuova energia lo spinge a “spezzare le catene”che lo tengono prigioniero di se stesso e del suo passato.
    Avverte il desiderio di “volare lontano, di sorridere al mondo, di sollecitare il sangue a scorrere, di abbandonare la vecchia strada”, in poche parole di riprendere a vivere.
    È un desiderio di rinascita di chi esprime con forza e determinazione l’amore per se stesso e per la vita, attraverso la sua dignità ritrovata.
    Parole, quelle di Adamo, che fanno nascere nel lettore la stessa voglia di guardarsi dentro e di risorgere a nuova vita con maggiore consapevolezza di se stessi e della propria forza interiore.

    Cinzia

    11/08/2008

    P. S. Pensandoci mi è sembrato giusto di inserire anche qui queste mie riflessioni sulla tua bellissima poesia.
    Un :bacio:
  • Adamo Musella il 09/08/2008 10:30
    Quante cadute lungo la strada... dopo inevitabilmente dobbiamo proseguire con fiducia con qualche ammaccatura Molto gentile come sempre cara Cenerentola :bacio:
  • Adamo Musella il 09/08/2008 10:27
    La riflessione fedele compagna di vita baci per te Dolce Sorriso
  • F S il 08/08/2008 10:24
    Fortissima!! la sento come un invito a rialzarsi dopo le cadute, a ridare un senso alla propria vita, ad andare avanti cn forza e dignità!! Bravo Adamo!! Hai detto qualcosa di veramente molto importante!:bacio: Cenerentola
  • Dolce Sorriso il 08/08/2008 10:18
    saggio Adamo
    un'invito alla riflessione,
    credo tu ci sia riuscito.
  • Adamo Musella il 12/05/2008 00:32
    Si Cinzia hai colto nel segno non desidero restare fermo... ho ripreso a viaggiare e sono sicuro che la strada mi riserverà molti piacevoli incontri molte grazie e tanti, tanti :bacio:
  • Cinzia Gargiulo il 12/05/2008 00:23
    Ok Adamo, vola lontano... sorridi al mondo... sollecita il sangue a scorrere... abbandona la vecchia strada... cedi alla dignità ritrovata e
    ricorda di portare con te la tua capacità d'amare!
    Questa poesia mi sembra esprimere una gran voglia di rinascita.
    Un :bacio: affettuoso.
  • Adamo Musella il 22/04/2008 23:07
    I cambiamenti nascono dentro e vanno lontano Grazie Anna, un bacio
  • Anna G. Mormina il 22/04/2008 21:19
    ... che bella questa "nebbia"...
    ... dobbiamo fare rivoluzione, ma dentr odi noi, non è facile ma proporselo, già è un gran passo che potrà rendere migliore la nostra vita e anche questo mondo!... complimenti Adamo!... un abbraccio!
  • Adamo Musella il 21/04/2008 22:45
    Si liberarci per volare lontano, ti piace la libertà, vero? grazie tante e tanti bacioni
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 21/04/2008 18:40
    Mi è piaciuto in particolare il primo periodo.
    "la nebbia sale da dentro..."
    Bravo
  • Adamo Musella il 05/03/2008 01:28
    Mi rendo conto che la strada è in salita, ma non possiamo rassegnarci a vivere senza una luce e senza dignità. Grazie molte Skoiattolo
  • Adamo Musella il 26/02/2008 01:47
    Ancora grazie Silvia un bacio.
  • silvia bonezzi il 25/02/2008 21:33
    wow altro che la mia!!
  • Adamo Musella il 11/02/2008 02:08
    Sorry, ovviamente Aurora. Grazie Ancora
  • Adamo Musella il 10/02/2008 23:14
    Spero di si, Riccardo, ne va della mia vita per tanto tempo ferma ad un semaforo. Grazie del complimento.
  • Riccardo Brumana il 10/02/2008 23:10
    mi piace, propositi per un percorso lungo e tortuoso... chissà se nelle prossime oprere ne seguiremo lo sviluppo. bravo.
  • Adamo Musella il 10/02/2008 23:06
    Dobbiamo gridare a volte per farci sentire, a noi stessi e gli altri. Grazie Michelangelo.
  • Adamo Musella il 10/02/2008 23:04
    Non sai quanto mi costa sollecitare... però lo devo a me e a chi mi sta attorno. Grazie Sabrina.
  • Michelangelo Cervellera il 10/02/2008 20:23
    Un bel "grido" per cercare di ritrovarsi dentro noi stessi. bella. Michelangelo
  • aurora beatrice giacca il 10/02/2008 20:11
    sollecitiamo il sangue a scorrere... vero ormai quasi più nessuno lo fa.. complimenti cè tanto insegnamento in questa opera. aurora
  • Adamo Musella il 10/02/2008 18:36
    Marilena, una presenza critica alle mie parole. Grazie, Grazie.
  • Adamo Musella il 10/02/2008 18:33
    Sono deciso a fare molto e spero bene. Ti ringrazio Giampaolo.
  • Adamo Musella il 10/02/2008 18:32
    Speriamo che la stagione sia dolce e mite. Grazie Renato.
  • Giampaolo Angius il 10/02/2008 15:21
    Un vero inno alla voglia di fare. Serene 24 ore
  • celeste il 10/02/2008 13:23
    Il primo frutto di una nuova stagione
  • Adamo Musella il 10/02/2008 12:38
    Si vero, Claire, hai visto bene uno sfogo, un liberarmi dentro. Grazie dell'interpretazione. Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0