PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sento le sirene

Sento le sirene di tanto in tanto,
recluso in un profondo rifugio segreto,
trascorro la gran parte dei miei giorni,
la luce di una candela e qualche buon
libro ammazzano il tempo infinito.

Una radio trasmette notizie mentre
lo sguardo segue le mie orme nella
stanza buia.

Il riflesso sullo specchio, il tocco delle
campane di città, una pena infinita e
una speranza lontana anni luce.

Sento le sirene di tanto in tanto, la
paura cresce nei miei occhi, l'intenso
suono arresta il mio respiro, il marciare
interrotto dei soldati verdi nelle strade
è un continuo precipitare nel vuoto.

Non mi resta che pregare, lo faccio di
tanto in tanto, quando non riesco a
svegliarmi da un brutto sogno.

Sento le sirene di tanto in tanto, come
di tanto in tanto osservo la stella di
David sul mio braccio.

Piango nel silenzio, il ricordo di mia moglie
uccisa nel grigiore dei miei occhi, sale la
rabbia al cielo, tento di trovare un po' di
giustizia, inseguo invano quel desiderio
fiorito nel cuore, il nostro sogno di famiglia
è divenuta una lontana stella nel cielo.

Sento le sirene di tanto in tanto, l'aria è
infetta da rancore e noi esule anime costrette
a fuggire per continuare a vivere nella terra
del genocidio, abbiamo mollato, il coraggio ci
è mancato.

Sento il mio destino marciare nel campo della
morte, sento il vento soffiare così forte, che
penso d'esser divenuto già polvere.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Dolce Sorriso il 01/01/2009 21:46
    complimenti davvero
    bravo
  • Cecilia Cartocci il 26/11/2008 08:58
    Straziante il contenuto. Molto bella e intensa la poesia
  • Adamo Musella il 07/09/2008 14:12
    Le parole seguono un dovere, l'obbligo di un ricordo crudele e infamante... quelle sirene non smetteranno mai di suonare nella nostra coscienza. Edoardo la tua poesia un atto di coraggio. Bravo ciao
  • Anna Bona il 14/04/2008 19:01
    Ma che bella!!! mi ha colpito davvero molto... il modo in cui la racconti... bella davvero!!!! complimenti!!
    Anna
  • Anonimo il 16/02/2008 18:00
    Molto bella questa tua lirica.
    Complimenti Edoardo.
    Il finale mi piace tanto.
    Ciao
    Angelica
  • Giampaolo Angius il 14/02/2008 08:28
    Poesia amara dal tratto struggente. Serene 24 ore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0