username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Anche l'assassino cerca Dio... ad Arthur e Dante

Barbaramente selvaggio
Cerco amore nella natura

Assetato
da quel cuore di luce
Universalmente donato

Timida carne
Teneramente gazzella
Che il leone divora
mentre lei lo uccide

Il mio cuore
Miseramente accecato da tanto dolore

Si mordeva le mani
Quasi con odio

Per non aver capito
Che il Vecchio e il Nuovo Conte
Non mangia i suoi figli

L’amore di un padre
Dona in pasto la sua carne materna
piuttosto che veder morire
tutto il creato

Ho assassinato il Tuo amore
per tutta la vita

Non ho bevuto il sangue
Ne mangiato la carne
Del tuo Figlio diletto

Ma ho regalato pateticamente
La mia coscienza
sfatta
Da mille erronei
Peccati eroici

Che non hanno la giusta sacralità

La nuova melodia che unisce il padre e la madre
nell’antico equilibrio fra lo yin e lo yang

Non apro porte
Non allievo dolore
Scorro soltanto

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0