accedi   |   crea nuovo account

A JAN PALACH E A QUEL ALTRO

Bisogna aver tanto amore nel cuore
Per cospargersi di benzina e darsi fuoco.
Bisogna saper sognare il sogno
Del mondo
Un aborigeno metropolitano alla ricerca del senso della libertà.
Bisogna attraversare il tempio della ragione
Per riscaldarsi al viola caldo torpore della
Follia razionale.
Bisogna osservare cogli occhi del tempo
E saper apprezzare il respiro del serpente
Che si morde la coda.,
infinito e finito nello stesso istante di due
ere diverse ballano lo stesso valzer.
Bisogna bere il sorso dell’impiccato
Per gioire delle sue pene e del suo punto
Di vista privilegiato.
Bisogna essere un dio per capire che
L’eterno morire sposa l’eterno vivere.
Le fiamme ultimo ricordo ardente di vivo
Le fiamme non bruciano il cuore anzi
Avvampano il sogno e il seno
Della Libertà perduta.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 26/01/2010 13:23
    quando andai a Praga e vidi la sua lapide, memore di quello che il suo gesto aveva significato, mi emozionai... bei versi
  • Giuseppe De Paolis il 23/02/2008 09:38
    grazie rina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0