accedi   |   crea nuovo account

Urla

Urla stridenti cupi echi, riaffiorano alla mente
chiudo gli occhi strettamente, tappo le orecchie...
ma non danno tregua.

Come posso farli tacere... devono tacere
Il terrore attanaglia lo stomaco, l'aria manca,
vorrei urlare tutta la mia disperazione...

Vorrei chiedere aiuto, ogni fibra del mio corpo lo chiede...
ma non posso, non riesco...

Impotente preda del mio orgoglio

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 19/02/2008 10:42
    Ammirevole la mistura che il poeta riesce a creare tra i disagi riemersi nella mente e il suo orgoglio; il verso risente e rispecchia pienamente le sue intenzioni liriche.
  • laura cuppone il 18/02/2008 23:59
    A volte l'orgoglio fa perdere cose preziose... persone... situazioni...
    Si, é vero, chiedere aiuto a volte é umiliante... ma se l'anima urla non si può sempre soffocare, no??
    é un vero peccato perdere o non chiarire solo per orgoglio.
    Preferisco decidere io, piuttosto che far decidere a lui...
    ciao Laura
  • Riccardo Brumana il 18/02/2008 23:48
    l'orgoglio... meglio in difficolta ma con stima di se, o senza problemi è con debiti di favori? personalmente preferisco la prima via, maledetto orgoglio!!!
    bravo!
  • Giampaolo Angius il 18/02/2008 20:37
    Dilaniante dramma interiore, parzialmente risolto con la richiesta d'aiuto che si concretizza attraverso le righe della tua poesia. L'orgoglio potente tossina, fortuna che esistono gli antidoti. Serene 24 ore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0