PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

CONTESSA

Con falsa corona
e invidia
su pelliccia
scorticata a schiene
per un anima
che mai ti attraversò

Cadono
per le scale
di quell'albergo
pulciaio confuso
da profumi
le movenze
in deflusso
di peccati
ma non c'è poesia
nella tua carcassa
foiba di ogni amore vero
che cieco lo sguardo
vi posò in
vano supplizio
---------------------------
Da:Vetriolo
www. santhers. com

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0