username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Presenza

Quando alla sera
l'occhio del mondo
si è spento,
e presso il mio letto
si stendono
nuvole dense di sogni,
devo continuare
a bere vita
ritto in mezzo al mio universo,
per disperdere
la mia presenza
consumata nel Tempo,
e protendere
le mie possenti mani
verso il Paradiso.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • max22 - il 24/02/2008 21:42
    Gradevole, piacevole spicchio, porzione di vita..
  • Giovanni Cuppari il 22/02/2008 14:00
    grazie a voi due nicoletta e Marilena. Un abbraccio da Gio'
  • nicoletta spina il 21/02/2008 23:16
    anche la tua poesia va verso il paradiso... belle sensazoni e particolari emozioni

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0