username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un bicchiere

Si spezza un bicchiere
nel colmo di un momento,
è l’immagine di un sogno rubato
o lo specchio di chi riesce a riflettere
solo la sua ombra
o il pianto stretto nel pugno
di una dolce fanciulla
che insegue il miraggio perduto
oppure il sorriso di un clown
che si spegne nei gesti istrionici,
ma no
è solo un bicchiere
un bicchiere che si spezza
e si frantuma tra le mani
invase
da un rivolo di sangue.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosanna gazzaniga il 11/05/2012 13:40
    Intensa quella negazione finale: è solo un bicchiere, è solo un piccolo pezzo di vita fuggita col sangue, pieno di tutte le emozioni che si vogliono fissare col gesto e con le ferite... Stupenda!
  • Grazia Denaro il 02/03/2012 15:31
    Un momento di rabbia o di stizza, il frantumare un bicchiere facendo scorrere rivoli di sangue dalle dita... può essere stata una catarsi che ha purificato l'anima facendola divenire più leggera o addirittura più serena. Opera apprezzata!

49 commenti:

  • Alessandro Guerritore il 01/10/2011 21:32
    Il ritorno di una realtà ben descritta.
  • Anonimo il 29/08/2011 15:33
    Questa è più sintetica rispetto ad altre tue che ho letto ma ugualmente intensa, forse anche di più perché trasmette tanto in pochi versi.
    Bella, bella.
  • Artemisia artemisia il 27/06/2011 19:29
    tanta amarezza, tanti motivi per un moto di rabbia che poi si sciolgono nello sdrammatizzare un gesto che può o forse deve essere solo accidentale. Amara ma possibilista: chiara, incisiva, apprezzabile e immediata
  • Anonimo il 14/04/2011 11:52
    il dolore la tristezza... fanno parte della nostra vita... molte volte ignazio il dolore di oggi è la felicità di ieri... tu mi capisci... come sempre con maestria hai descritto rabbia, rancore sei bravo caro amico
  • Aedo il 21/02/2009 20:01
    Grazie infinite di aver ripescato questa mia particolare poesia, che ha rispecchiato un momento di grande tristezza... ma anche questa esiste e l'importante è superarla.
    Un abbraccio
  • Anonimo il 21/02/2009 19:15
    un momento di rabbia in briciole di vetro.. e il sangue purifica le ferite..
    molto bella ignazio
    aurora
  • Giovanni Cuppari il 12/10/2008 10:29
    Quanti pensieri si associano all'immagine di un bicchiere rotto! Rabbia d'amore frantumata tra le mani trai vetri di un bicchiere. Bella questa tua. Gio'
  • Aedo il 20/07/2008 00:37
    Ti ringrazio, Terry. Si tratta di una delle mie poesie più amare... Il tuo commento è molto appropriato.
    Ciao
  • terry Deleo il 19/07/2008 19:19
    Un moto di rabbia e tra le mani una vita spezzata dalla sofferenza tra i vetri di un bicchiere...
    Bellissima Ignazio
    terry
  • Aedo il 28/05/2008 18:10
    Grazie per il bellissimo commento, Michelangelo!!
    Ciao
  • Michelangelo Cervellera il 28/05/2008 14:01
    Ma in quel bicchiere in quel momento c'era il liquido della nostra vita, rompendosi la rabbia e lo sconforto ci avvolgono, ci tolgono il respiro come coperti da una tela bagnata.
    Bravo Ignis.
    Michelangelo
  • Aedo il 08/04/2008 17:48
    Grazie, Tiziana, per essere entrata con viva partecipazione nel mio mondo poetico ed emotivo.
    Ciao
  • TIZIANA GAY il 08/04/2008 09:40
    la rabbia... si è vero riesci sempre a farci entrare in una scena di teatro... bravo...
  • Aedo il 17/03/2008 08:40
    Grazie infinite, Adelaide, per le bellissime e incisive parole di commento. La metafora del bicchiere che si rompe, rende molto bene la mia condizione psicologica di quel momento...
    Un abbraccio
  • Aedo il 16/03/2008 19:13
    Grazie, Melania, per il tuo commento e l'oculata interpretazione. Sì, nella poesia c'è tanta rabbia e sofferenza...
    Un caro saluto
  • melania lilliu il 16/03/2008 15:51
    Bellissima poesia si legge in essa un sentimento che è misto tra rabbia sofferenza, nella mia vita ho visto solo una persona rompere un bicchiere per rabbia e sofferenza ed era per amore...
  • Aedo il 11/03/2008 23:24
    Grazie, Riccardo, del tuo bel commento. In effetti la tua interpretazione è appropriata.
    Un caro saluto
  • Riccardo Brumana il 11/03/2008 21:11
    molto bella, mi ricorda l'ultimo dell'anno, quando un mio amico mi aveva fatto incazz.. e dal nervoso mi si è rotto il bicchiere che avevo in mano... rivoli di sangue... ma niente ospedale, solo tagli lievi...
    ok, torniamo alla tua poesia, è bella, mi piace, ci leggo la sofferenza-rabbia che nasce dall'accorgersi d'essere stato solo una divertente distrazione per chi invece si amava dal profondo. complimenti Ignis, molto forte!!!
  • Aedo il 09/03/2008 18:27
    Grazie infinite, Oceano, hai veramente letto nel "cuore" della poesia e dello stato psicologico, che l'ha ispirata.
    Un caro saluto
    Ignazio
  • Aedo il 22/02/2008 21:18
    Grazie, Max, del breve ma significativo commento!
  • Aedo il 22/02/2008 21:17
    Grazie, Anna, i tuoi commenti mi danno sempre una grande gioia; riesci a trasmettere il senso del positivo.
    Ti abbraccio
  • Anna G. Mormina il 22/02/2008 20:29
    ... "è solo un bicchiere un bicchiere che si spezza..."
    ... il dolore di un giorno, un mese, un anno, di tempo che però, sarà sostituito da soddisfazioni, da gioie... bisogna aspettare...
    Ignazio, è bellissima, complimenti!
  • max22 - il 22/02/2008 19:23
    sogno che s'infrange tra le mani...
  • Aedo il 22/02/2008 17:34
    Grazie, Daniela. Come hai ben intuito, il bicchiere simboleggia la delusione di una vita e il sangue il dolore mescolato alla malinconia.
    Un abbraccio
  • Daniela Treccani il 22/02/2008 17:24
    un bicchiere che si spezza e si frantuma tra le mani
    invase
    da un rivolo di sangue. Anche se è solo un bicchiere ferisce come una lama di coltello, molto bella Bravo
  • Ida Maria Bertini il 22/02/2008 15:31
    ciao, mi arrivano tutti i bei commenti di questa poesia, vuoi leggere la mia "metafisica"grazie ida
  • Ida Maria Bertini il 22/02/2008 15:31
    ciao, mi arrivano tutti i bei commenti di questa poesia, vuoi leggere la mia "metafisica"grazie ida
  • Aedo il 22/02/2008 15:08
    Sei arguta e profonda, Agnese! Camminiamo nel mondo e raramente mostriamo il nostro vero volto, siamo costretti a indossare le maschere più convenienti. Grazie infinite!
    Un abbraccio
  • Aedo il 22/02/2008 15:05
    Tante cose simboleggia un bicchiere, Sara. In questo caso rappresenta tristezza e rabbia, seguite da un muto dolore, dato dal rivolo di sangue. Grazie delle tue parole!
  • Aedo il 22/02/2008 15:02
    Grazie, Ugo, per il bel commento. Sì, hai letto bene, il rivolo di sangue simboleggia la delusione, filtrata dalla malinconia del poeta. Un caro saluto
  • agnese perrone il 22/02/2008 14:56
    si, a volte ci nascondiamo dietro una maschera per celare agli altri i nostri sentimenti! Bellissima e triste poesia che esprime intensamente la tua profonda sensibilità
  • sara rota il 22/02/2008 14:31
    Un bicchiere che si rompe è indice di rabbia voluta, sbadataggine e da qualche parte, non ricordo bene dove, addirittura lo si getta a terra per augurare un felice matrimonio. In un oggetto così piccolo quante immagini si hanno
  • Ugo Mastrogiovanni il 22/02/2008 14:24
    Un rivolo di sangue che traccia un sogno opacizzato dalla delusione, tuttora vagheggiato; e la la complicità di una penna che, in pochi versi, traccia un disegno tenue e gradevole capace di condividerci le emozioni del poeta.
  • Aedo il 22/02/2008 13:08
    Grazie, Gabriella, per le belle parole. Spesso siamo fragili e non riusciamo a reagire di fronte alla sofferenza.
    Un abbraccio
  • Gabriella Salvatore il 22/02/2008 10:20
    un bicchier... la fragilità delle cose... di noi.. a volte siamo tristi, allora ci sentiamo frantumati, sanguinanti.. rimangono i cocci.. i ricordi
    bella Ignazio, molto bravo
  • Aedo il 21/02/2008 23:59
    È vero quello che dici, Cinzia. Il bicchiere rotto bisognerebbe gettarlo e comprarne uno nuovo. Ma non sempre è così facile...
    Ricambio il tuo abbraccio :bacio:
  • Aedo il 21/02/2008 23:57
    Grazie, Lucia, delle tue belle parole. Ciao
    Ignazio
  • Cinzia Gargiulo il 21/02/2008 22:50
    Bella e profonda questa poesia, anche se triste.
    Ma ognuno di noi attraversa le sue fasi di tristezza nella vita. Talvolta il "bicchiere" rotto non vale la pena ripararlo perchè perde acqua e bisogna trovare il coraggio di comprarne uno nuovo...
    In certi momenti è normale anche la rabbia ma mai rassegnarsi...
    Un forte abbraccio... :bacio:
  • lucia cecconello il 21/02/2008 21:58
    Molto bella davvero ciao
  • Aedo il 21/02/2008 20:22
    Amici, grazie per i vostri bellissimi commenti. La mia poesia è stata composta in un momento di tristezza, ma è piena di significati, o almeno spero.
    Un abbraccio
  • Anonimo il 21/02/2008 19:03
    Leggo nelle tue poesie una profonda sensibilità.
    L'ultimo pezzo, leggo rabbia e rassegnazione, ma inevitalbimente in ogni verso, ci si identifica.
    Un abbraccio Ignazio
    Angelica
  • Giampaolo Angius il 21/02/2008 18:17
    È poprio così (almeno per quanto mi riguarda) qualunque cosa io abbia cercato in un bicchiere alla fiorene era solo dolore. Serene 24
  • Giampaolo Angius il 21/02/2008 18:05
    È probia cercato in un poprio così (almeno per quanto mi riguarda) qualunque cosa io abbia cercato in un bicchiere alla fiorene era solo dolore. Serene 24
  • Ida Maria Bertini il 21/02/2008 17:33
    anch'io oggi ho mandato una breve poesia che parla di un vaso di cristallo.
    ti leggo sempre con tanto piacere. idina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0