PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tristi pensieri

Stanchi muri in penombra,
seduto tristemente
coi gomiti puntati
il viso appoggia stanco
tra mani inoperose.

Lo sguardo fissa oltre,
spiana senza tregua
sul tavolo ingarbugliato
da mille cose incolori
che sanno di riposo.

Gli occhi sbattono lenti
tra inserti di momenti,
parole a mezzo senso
che cercano risposte
in un labirinto senza sfogo.

Nebbia dentro
bagna piena di tristezza,
scende lacrima e ricorda
forma un lieve chiaro scuro
su quel foglio ripiegato,
tra quei muri in penombra.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • angela testa il 10/09/2010 07:49
    si sente che e scritta con il cuore... dettata dal cuore...
  • sara rota il 17/11/2008 08:17
    Una poesia che evidenzia la tristezza che si specchia in una lacrima che sgorga tra le pieghe di un foglio che rappresenta le "amare pieghe" di un cuore ferito. Piaciuta.
  • Eugenio Massimo Granata il 24/02/2008 11:18
    Un momento che mi è tante volte capitato di vivere lo hai saputo rievocare in me con grande maestria complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0