accedi   |   crea nuovo account

La prima notte di quiete

Sono compiaciuto ed affascinato nell'ascoltare i tuoi delicati sussurri, nel cogliere distintamente le grida smorzate mentre ti copro di feroci carezze... Adoro gli interminabili singhiozzi, animati dal gorgogliare infinito di un'oscura emozione... come acqua sulle rocce di quarzo!
Nel delirio del piacere sei l'ametista algente, profanata dal brivido caldo del Simun che mi parla di te; ninfa languida e lasciva ti abbandoni all'oblio, in disarmante attesa dell'evento che segna inesorabilmente la tua carne. Ed io contemplo, con estasi liturgica, il rinnovato sbocciare del tuo morbido ventre, da cui già sgorga e fluisce impudico il rigoglioso desiderio... limo prezioso che disseta e nutre il divino suolo. Vieni... lasciati guidare verso la tua prima notte di quiete!

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Francesco Garofalo il 18/06/2010 14:09
    molto accattivante, complimenti vivissimi
  • Fiscanto. il 20/10/2009 10:17
    piaciuta
  • laura cuppone il 22/02/2008 18:48
    (... il titolo di un film di qualche tempo fa...)...
    in questo caso... una poesia irrimediabilmente passionale.. intrisa di porpora e ricca di lento e morbido scambio...
    la tua visione di lei é sublime..
    dev'essere una donna notevole... e tu un uomo attento e innamorato!
    complimenti!
    ciao laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0