accedi   |   crea nuovo account

Vita bucata

Nuvole grigie,
appese,
nella nera Volta,
trascinate
da folate di vento,
spaccano il cuore,
oscurano la mente.

Con i pensieri
ne buco il volo,
cavalcando
scariche livide.

Fantasma,
svuotato,
aspetto la pioggia,
per non piangere da solo.

Le mani,
gelide,
scavano la mia storia.
Solo ombre nella memoria.

La mia dimora
è la disperazione,
la mia compagna
è polvere bianca.
Gli amici,
l'attimo d'estasi,
la paura.

Il mio destino
in bilico,
tra il peso del vivere
e il timore di una overdose.

Sento il tonfo del fondo.

Risorgerò!

Come il sole.
Che dalla nera notte
rialza la testa.
Avrò io pure
un nuovo giorno,
una lucente alba
che partorisca
nuovo coraggio.

E allora,
forse,
lenirà il dolore
nel ricordare.
Sarà
meno arduo
ricominciare.


... dedicata ad un carissimo amico...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

28 commenti:

  • Ezio Grieco il 04/02/2009 14:47
    Ciao Tiziano, grazie.
    .. primo tuo commento, piaciutissimo.
    clezio
  • Tiziano Boscolo Caporale il 03/02/2009 20:58
    Infinitamente bella ma allo stesso tempo infinitamente triste e reale... complimenti.
  • Ezio Grieco il 05/12/2008 10:24
    Ciao Luis, mettendo per un attimo da parte la modestia, questo è uno di quei commenti che ogni "autore" spera di leggere ad ogni suo "lavoro"
    ... grazie, ne sono felice.
    clezio
  • Il Poeta Operaio il 04/12/2008 23:21
    Caro Ezio sei veramente in gamba... mi piaciono i tuoi lavori...
  • Ezio Grieco il 02/09/2008 12:49
    Ciao linda, grazie.
    ... certamente che gli starò accanto...
    clezio
  • Ezio Grieco il 02/09/2008 12:48
    Ciao Morena, grazie di essere passata.
    clezio
  • morena paolini il 28/08/2008 16:46
    La pioggia che riga il viso fa compagnia alle lacrime!
    Bella!
    Morena.
  • Ezio Grieco il 11/03/2008 12:57
    Ciao Kaspar, grazie del commento.
    ... e che sia... splendente!!!!
    clezio
  • Ezio Grieco il 01/03/2008 01:02
    Ciao luigi, stop alla polemica, non ha ragione di esistere; la tua resta una considerazione, anche se sbagliata per quanto riguarda il testo. In quanto al tema, se hai tempo, vai a leggere "Figlio" e "Fortuna" di Mikele Santuzzi, e fammi sapere.
    Grazie e un caro saluto
    clezio
  • Ezio Grieco il 01/03/2008 00:54
    Ciao Maria, grazie per la solidarietà; comunque mi sono convinto che luigi non volesse in nessun modo aprire una polemica che non ha ragione di esistere. Ha espresso un suo parere, corretto in parte, e quindi resta solo una impressione.
    Ti saluto caramente
    clezio
  • Maria Lupo il 29/02/2008 18:32
    Capita di usare espressioni e immagini che ci sono care senza accorgercene... dopotutto sono patrimonio comune. Io non me ne ero proprio accorta in questo caso e tuttora non riesco a vederlo; ma succede, l'ho riscontrato spesso e anche per me. Certamente non si tratta di plagio. Suppongo che Luigi non avesse intenzioni malevole.
    Succede invece spesso che si verifichino "plagi" consapevoli e raffinati tra autori dilettanti, altro che De Andrè...
  • Ezio Grieco il 29/02/2008 13:21
    Ciao Luigi, grazie di essere stato cortese.
    ... no che non mi incazzo, sono vaccinato alle critiche, sono anche costruttive, e guai se tutti si limitassero a commentare " bella, mi piace, la trovo scritta bene e bla, bla bla"... però, devi convenire, che parlare di "plagio" lo si deve fare con elementi probanti a supportare l'affermazione.
    Comunque, senza rancore e quando ti capita, leggimi.
    Un caro saluto
    clezio
  • Ezio Grieco il 28/02/2008 23:47
    Ciao Luigi, grazie del commento.
    ..è il tuo primo ad un mio testo, e sono rammaricato del fatto che tu abbia usato una parola "forte" per esternare ciò che pensi. Sarebbe stato più corretto dire in che cosa non ti piace e non che usassi la parola "plagio" per sminuirlo. Sono un autore "dilettante" ed ho scritto moltissimi testi, qualcuno bello, qualcunaltro brutto, ma tutti farina del mio sacco e mai, dico mai, no, correggo, una sola volta un lettore usò un termine simile al tuo, esattamente "mi sembra scopiazzata" senza dire da dove e da che cosa l'avesse dedotto, per poi scomparire nel nulla senza mai usarmi la cortesia di farmi leggere qualcosa di suo. Non vorrei che la cosa si ripetesse; quindi, usami la cortesia, almeno tu, di delucidarmi a tal proposito.
    Grazie e ciao
    clezio
  • Ezio Grieco il 28/02/2008 23:35
    Ciao Duccio, grazie per il commento.
    ... onorato della tua stima e contentissimo che ti sia piaciuta.
    clezio
  • Ezio Grieco il 28/02/2008 23:34
    Ciao Angelica, grazie per essere passata.
    ... verità assolute.
    clezio
  • Ezio Grieco il 28/02/2008 23:32
    Ciao Renato, grazie per il commento.
    ... coraggio ne aveva da vendere, la forza di superare quell'abisso non l'ha sorretto, purtroppo.
    clezio
  • Ezio Grieco il 28/02/2008 23:29
    Grazie Maria per il commento.
    .. le dediche... lasciano sempre... sapore amaro, per un qualcosa che non doveva.. essere e che purtroppo è stato.
    clezio
  • Duccio Monfardini il 25/02/2008 17:46
    era un po' che non ti leggevo... torno qua ed oltre a ritrovare una persona che (per quel poco che conosco) stimo molto, ritrovo un poeta capace di far commuovere... e non solo... grande clezio, complimenti, duccio.
  • Anonimo il 22/02/2008 23:04
    Ciao Clezio, bella la penultima strofa.
    Il titolo mi piace tanto:Vita bucata.
    Perchè noi stessi con la superficialità, l'indifferenza, la cattiveria la droghiamo senza riuscire poi a disintossicarla dal veleno che distrugge le nostre vite.
    Ciao
    Angelica
  • celeste il 22/02/2008 22:31
    Ci vuole forza e coraggio
  • Maria Lupo il 22/02/2008 16:51
    Grazie per il tuo commento a Fine di un viaggio... anche quella è dedicata ad un carissimo amico, morto probabilmente di infarto(non è certissimo) il 20 dicembre scorso
  • Maria Lupo il 22/02/2008 16:49
    Molto intensa, di grande impatto emotivo, specie la prima parte

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0