username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

l'ultimo saluto

Cammino pesantemente in un sentiero
radici che attraversarono corpi
legando terra e membra
continuo e l'aria e fresca
nei cipressi i passeri vivono
si affrettano
nel costruire il nido
arrivo da te
improvvisamente
silenzi e fruscii
mi fermo e ti guardo
sei lì
giovane e solare
fra poco sarai anche tu terra
le radici saranno tue amiche
io camminerò lentamente
in un sentiero che è
terra e radici

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Ada FIRINO il 13/07/2009 09:33
    Terra, radici, membra... vita che si unisce ad altra vita in una girandola senza fine. Ricordi, sentimenti, sensazioni che ci riconducono alla Madre Terra che ci ha dato origine e che ci riprenderà nell'abbraccio finale. Bella poesia, ricca di emozioni.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 09/06/2008 13:15
    complicata... l'ho dovuta rileggere perchè non ne ho capito subito il pensiero... da leggere lentamente e capirla verso per verso... cmq niente male
  • Vincenzo Capitanucci il 26/02/2008 02:17
    Molto bella... hai più facilità ad esprimerti in poesia che in prosa... vivi con una grande unità di coscienza con tutto quello che ti sta attorno... con la terra.. sei una parte di essa... e la vivi.. al di là di un cimitero... aldilà di questi ricordi... che fai rivivere nelle tue sensazioni... silenzi e fruscii.. e si modifica la tua percezione psichica..
    Ciao
    Vincenzo
  • tore chiaro il 25/02/2008 11:24
    i ricordi sono quelli che penetrano di più nell'anima quando si và al cimitero.-
  • Gabriella Salvatore il 25/02/2008 11:01
    sembra l'addio a qualcuno che se n'è andato giovane...
    bella, Tore!!
  • laura cuppone il 25/02/2008 08:53
    .. ogni esistenza.. si lega alla terra che l'ha generata... e per sorte avversa o per natura, l'intreccio si definirà comunque... e i tuoi piedi la calpesteranno con rispetto e consapevolezza...
    Ci vedo la continuità.. il ciclo vitale.. nessun dolore se non quello sottile e irreversibile della verità.
    bella tore.. sei bravo!
    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0