PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mistero

Un giovane prete
impastato di miseria,
pacatamente ripete le tue parole di vita
su una briciola di pane
e il Mistero si compie:
Tu Cristo, ancora una volta,
ti imprigioni volontariamente
nell'Ostia santa
e ti doni ai "tuoi" in un perenne
miracolo d'amore.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • F S il 13/08/2008 19:42
    Breve, ma molto densa di fede... in effetti la presenza di Gesù nell'Eucarestia nn dipende dalla santità del celebrante, e per fortuna!!! Brava Rosarita, mi ha colpito veramente tanto!!!Cenerentola
  • Riccardo Brumana il 11/04/2007 21:53
    vedo l'Ostia come un gesto simbolico... non basta riceverla per accogliere Dio. accoglierlo è ben altra cosa, ma si sa, l'uomo ha anche bisogno di simboli per concretizzare i valori... quindi ben venga. a rileggerci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0