PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

LACRIMA DI LUNA

Lacrima di Luna
figlia di te stessa
figlia non generata del seme
contorci il tempo
coi tuoi balli languidi
da zingara.
Lo pieghi in cerchi
concentrici
ai tuoi capricci.
Lo spezzi
in cristalli
che butti nei laghi salati
che piangi.
Lacrima di Luna
candida la tua pelle
smania d’amore
smania di sesso.
I tuoi sogni albergano negli occhi di chi ti incontra.
I tuoi baci perseguitano
uomini,
donne,
bambini.
Gli alberi
tendono le frondose labbra
per rubare un attimo
dei tuoi rossi tesori.
Lacrima di Luna
moglie del desiderio
innamorata del parto dell’amore
donasti la felicità sull’altare
di un matrimonio per dovere.
Lacrima di Luna
perdesti
la selvaggia lussuria
che bagnava gli occhi
e
faceva marcire i morti di sospiri.
Lacrima di Luna
mentre dondolavi
dall’albero di mandorle
risplendeva sui tuoi occhi
pallidi
abbandonati dalla vitrea vita
un accenno di sorriso.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0