accedi   |   crea nuovo account

Corona di spine a Gesù di Nazaret

Di nuovo ti ritrovo
Davanti a miei occhi
Morte

Impotente come sempre

Con tanta voglia di lottare

Berrò tutto il sangue
Delle umani genti
Del loro soffrire saprò inebriarmi

Fino all’inverosimile follia
Porterò la sfida

Nemica e madre consolatrice
Di tanto dolore amica

Impazzirò in quelle tue cellule malate
Fermerò i tuoi proiettili nello scudo del corpo
Salterò sulle tue mine devastanti spine
Striscerò pellerossa sui tuoi sentieri di guerra
Annegherò naufragando nelle tue tenebrose acque
Morirò di fame mangiando i tuoi vermi
Mi si gonfierà la pancia
Sventrata dal gelo e dal freddo della solitudine

Tutta inutile sterile fantasia

Nella realtà solo piccoli gesti
Preparo il caffè ad un amico
Dono un sorriso qua e là
Qualche carezza che sanno di schiaffo
Niente di più

Eppure m’infiammo con tanto ardore
che nella luce di una candela
Vedo miriadi di Soli

Quando la cera sarà finita
Brucerò il mio cuore

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 15/03/2008 03:28
    Buona Notte Ricardo e grazie
  • Riccardo Brumana il 15/03/2008 03:25
    alcune immagini che proponi mi piacciono, altre meno. nel complesso è una bella poesia, la riflessione finale la trovo ben riuscita e condivisibile.
  • Vincenzo Capitanucci il 03/03/2008 15:49
    Vedi Lisa... penso che Maria Teresa rifiutò di portare i suoi malati in un ospedale moderno.. più attrezzato sicuramente... e che nella sterilità delle sue sale... a poco a poco l'amore muore... si diventa un paziente... un numero... se sei fortunato anche di non trovare infermieri aguzzini..

    L'umanità.. e son d'accordo con te... non conosce ancora l'immenso potere dell'amore felice.. della contemplazione della bellezza.. e la forza della serenità...
  • terry Deleo il 02/03/2008 22:45
    SENZA TITOLO

    Colloquio in rete
    ascolti contenuti
    esprimi versi

    t
  • Vincenzo Capitanucci il 02/03/2008 13:35
    Dionisiaca e Apollinea... due aspetti di un unica via

    Grazie Lisa... questa è l'aspetto dionisiaco
    Vincenzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0