PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Viola

Picciola e delicata
Viola
inusitatamente còlta
per in strada agir
dolce e riflessiva
per amar convinta
un gordo e camorro ometto
Una silouette invidiata
dalle più floride tue pari
che sol quella avean
Sembravi emersa da un cartoon
Betty Boop
mi ricordavi
ma eri bionda
come il grano maturo
e profumavi del pane
appena lievitato
e caldo
e morbido
il latteo seno
invitava
a cullarsi
paco in esso
Dalle marine dei tuoi occhi
sol l'insidiosa notte
miravi
Fino a che
l'albagio tiranno
impetrò in te
la sua genia
e poi sparve
come te
che niuno sa più
tu dove sia

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0