PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'Istante

Nell'inebriamento
di una corsa,
in questa inopinata
sera d'inverno,
riempito dal sonno
irrequieto del mare,
seguito
dagli occhi indifferenti
di un Amore voluto,
scorgo la luce
in circolo
di un faro di mattoni,
mentre
il faro dell'anima
si abbarbica
a questo istante
per illuminarlo,
inutilmente,
contro
le insidie del Tempo.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 17/02/2010 09:00
    bei versi e bella composizione, i miei complimenti ^_^
  • Alessio Cosso il 14/03/2008 13:54
    ... bei versi, davvero, sciolti, si susseguono senza colpi di singhiozzo... splendidi gli occhi indifferenti di un amore voluto.
  • Luca Nocentini il 08/03/2008 10:45
    Hai fatto benissimo a lasciarmi un commento, altrimenti chissà quando avrei letto questo concentrato di emozione... bellissima, 6 un artista.. buona giornata!. clap:
  • Giovanni Cuppari il 07/03/2008 12:09
    un grazie a Riccardo e a Vincenzo da Gio'
  • Vincenzo Capitanucci il 06/03/2008 16:56
    Bellissima Giovanni... in questo inatteso ritorno dell'inverno.. e da onde irrequiete di sonno... l'innebriamento mette le sue radici... proprio nell'attimo... che è la porta dell'eternità...

    A QUESTO ISTANTE MAGICO
    Vincenzo
  • Riccardo Brumana il 06/03/2008 16:16
    mi piace sia il contenuto sia la ricercatezza delle parole, complimenti!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0