username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

gilduca per l’8 marzo

È donna la parola più usata,
è donna la malattia del cuore,
e quando lei ci lascia soli,
è in quel momento che i voli,
della nostra fantasia dannata
precipitano creando rumore;

noi che siamo inetti,
deboli sciocchi ed immaturi,
ma al contempo presuntuosi,
volgari violenti delittuosi…
ma voglio io, dedicarti dei sonetti,
donarti gioie ed amori imperituri.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 25/03/2008 10:52
    Mi era sfuggita questa tua poesia Gigi.
    Conosci bene gli uomini e le donne non c'è dubbio perchè c'è tanta verità
    nelle tue parole...
    Grazie per l'omaggio amico mio.
    :bacio:
  • Rita P il 16/03/2008 22:38
    Grazie, per questa bella dedica alle DONNE.
  • suzana Kuqi il 08/03/2008 18:22
    molto bella
  • Maria Lupo il 08/03/2008 01:00
    Hai trovato il modo di offrire uno dei più graditi omaggi alle amiche del sito e alle donne in generale. Anche perchè, conoscendoti, si sa che non è un atto formale. Grazie
  • Riccardo Brumana il 06/03/2008 16:53
    ciao Luigi è un po' che non ti leggevo, vedo che ormai sei rimasto sulla linea "mite-amorosa" che fra l'altro ti riesce bene. ciao, se ti va passa a leggermi, per me è sempre un piacere avere un tuo parere. ciao!!!!!!
  • Anonimo il 06/03/2008 15:44
    Grazie Gigi..
    Tu sei un gran signore
    Adesso spetta a noi donne a fare un'ode per tutti gli uomini di un certo spessore.
    Tu uno tra quelli.
    Non è giusto che non ci sia una festa dell'uomo.
    Un abbraccio e complimenti per il tuo sonetto
    Angelica
  • mariella mulas il 06/03/2008 14:39
    Grazie.. grazie.. È splendida.. sonetti per farsi perdonare son ben accetti se soprattutto chi li ha scritti lo ha fatto con cuore.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 06/03/2008 11:47
    Fa battere il cuore!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0