username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A Marco, il campione.

Ed eccolo lì,
il campione.
Steso per terra,
nudo come un bimbo,
ancor più fragile di sempre,
marionetta scomposta...

Ha cercato aiuto
gridando la sua solitudine,
urlando
per non lasciarsi andare via,
gesticolando
ormai muto.

Il campione una volta apriva le folle,
sconvolgeva i mari;
apparteneva a tutti, una volta.
Quando si alzava sui pedali fiero come un dio,
forte come un lampo,
atroce come solo il più forte sa essere.

Ma poi,
quel san Valentino era solo...
solo come una goccia nella pioggia,
come una lacrima amara...
È solo Marco ora,
in quella stanza piccola come il mondo.


Scrive Marco,
scrive sulle pareti bianche,
parole di pianto, parole d'aiuto...
era ancora una fuga, l'ultima...
eccolo lì, il campione,
riverso in terra come un giocattolo rotto...

Zitti, il campione dorme...

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Kartika Blue il 30/11/2009 23:10
    molto commovente, una bella dedica per un grande campione che infiammava le folle, bravissimo!!
  • Giuseppe Bellanca il 28/06/2009 11:06
    Si era il campione e come tutti i campioni non sapeva niente di vita a lui importava vincere non curandosi di chi gli stava accanto e a chi gli voleva bene davvero...(il solito gioco prepotente di chi se ne frega della vita altrui) anche Marco nella sua semplicità fu coinvolto nel doping senza che se ne rendesse conto e quando aprì gli occhi era ormai troppo tardi... quanti marco ci sono nello sport che vengono rapiti dalla popolarità e non si accorgono che chi gli sta vicino non li ama ma ama solo i soldi che possono far gyuadagnare... ecco marco era questo... purtroppo hanno rovinato il suo mito... ciao...
  • orazio serra il 12/10/2008 19:13
    Quando "vinci" tutti ti corrono dietro, tutti dicono che ti conoscono... quando"perdi" tutti spariscono nel nulla!
    A ragione dici... zitti il Campione dorme.
  • max22 - il 27/03/2008 21:30
    Maurizio perdona il ritardo nel rispondere al tuo commento... che dire? Zitti, il campione dorme...
  • Maurizio Patrocinio il 19/03/2008 08:14
    Grazie per averla scritta, sarà sempre anche il mio campione, come avrei voluto essere lì per aiutarlo a risalire la china, resterà sempre nel mio cuore
    la sua innocenza. Bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0