PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Pianista Divino a Giovanni Bomoll

I tuoi accordi Maestro
sono pioggia di diamanti incendianti
raccolti nella luce
di celestiali sinfonie

Risponde al diapason risvegliato
L’anima
vibrando Qua nell’al di là
dove scorre il nostro incedere misterioso

Si inseguono mille farfalle invisibili
in sonorità d’immensa cristallinità

nel nostro essere la pura fantasia s’invola

Illuminando neri oscuri spartiti
Rivela l’ armonizzante Bellezza
di ceri incredibilmente dimenticati

Il nostro universo un grande concerto
ingegnosamente diretto

Le tue dita scivolano
fra Ottave magiche inaudite

nel silenzioso spazio
volo
fra la mia voce maschile e femminile unite
da dodici temperati apostoli equabili

Avori impensabili

Arpeggiando scale ricamate
Salgono su e giù
i mille ori intessuti
da note stellate celeri e lente

Angelico paradisiaco ascolto
D’Innumerevoli sogni melodici
Ritmati da piccole onde frementi

Sulla tastiera cosmica
Dell’anima universale

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • karen tognini il 25/12/2011 18:51
    Bellissima Vince.. una dedica melodiosa...
    bravooo...
  • Antonietta Di Costanzo il 09/03/2008 22:34
    bellisima complimenti!
  • Anonimo il 09/03/2008 17:30
    veramente molto bella... una sequenza di immagini e sensazioni che nn passano inosservate

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0