username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il vaso

E proprio lì, nella mia stanza,
dove tutto il giorno mi ero abbandonata
alla calma che segue il nevicare;
Proprio lì,
che tutto il giorno ho ascoltato il sonnifero danzare
del cristallo del fiocco...
Ecco, lì...
Un altro rumore di cristallo mi ha afferrata,
con violenza!

CRASH!
Trin tintin tin...
Tintin...
tin...

Come un vaso che irrompe nella notte
cadendo, col suo fragore:
e non solo suono,
ma completa visione.

Così la mia mente si è risvegliata dal torpore...
Solo dopo mi accorsi che nulla
era realmente accaduto.
Nessun vaso frantumato.
Quell'immagine, quel suono...
Nient'altro che la mia mente in frantumi
che ha dato una percezione distorta.
Una cosa è certa: lo spavento;
L'improvvisa ricaduta nella realtà.

Adesso tutto è chiaro,
tutto ciò che si era rintanato meschino
tra il silenzio d'ovatta.
Eccolo lì,
scoperchiato.

“Buongiorno... Ben tornata.”.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Emanuele Perrone il 19/09/2015 19:39
    Buona l intenzione, continua così.
  • calla il 23/05/2014 18:26
    ottima descrizione, ti addentri..
  • Dea Delogu il 21/03/2011 23:55
    Wow, grazie per le stelle!
  • Anonimo il 21/03/2011 23:52
    bravissima... 5 stelle per te.. ciaoo
  • salvo ragonesi il 16/03/2011 10:05
    un ritorno alla realtà . piaciuta ciao salvo
  • Dea Delogu il 15/03/2011 22:53
    Grazie a tutti i voi innanzitutto per averla letta, e poi per i commenti positivi
  • Xardac il 03/08/2010 00:47
    molto interessante... brava!
  • Anonimo il 02/09/2009 12:20
    mi è piaciuta... brava!
  • nemo numan il 11/07/2009 07:03
    bellissima
  • eleonora calò il 04/04/2009 16:40
    mi piace
  • Dea Delogu il 27/12/2008 21:20
    No, in realtà era un bel sogno, e non un incubo la situazione dalla quale mi sono risvegliata... Però é stato un bene che sia successo, ho acquisito maggiore consapevolezza. E il "ben tornata" era ironico.
  • Ugo Mastrogiovanni il 25/12/2008 20:15
    Leggendo <mi accorsi che nulla era realmente accaduto.>, ho visto tutto risolto e che la tua vita, per un momento attraversata da traversie dovute forse ad un capriccio sentimentale, si ritornata bellamente alla realtà.
  • Dea Delogu il 25/12/2008 17:07
    Per Ugo Mastrogiovanni: mi ha risvegliata un avvenimento, che nella mia mente si è trasformato in un vaso di vetro in frantumi...
    Io non sento molto rasserenanti questi versi, anzi, mi angosciano... Quindi mi incuriosisce il fatto che abbiano potuto suscitare un sentimento così diverso. Potrei conoscerne le ragioni?
    Grazie mille per aver letto e commentato!
  • Ugo Mastrogiovanni il 24/12/2008 19:23
    ... la mia mente in frantumi! Si, quando si sogna troppo si vive al di fuori della realtà e si rischia anche troppo; ti ha risvegliata il frastuono che hanno fatto i cocci della tua testa? Belli, versi molto rasserenanti.
  • Dea Delogu il 09/03/2008 22:45
    Il punto che il "ben tornata" sta per "ben tornata alla realtà"... Per un periodo sono stata immersa nei sogni. Grazie del commento
  • celeste il 09/03/2008 22:39
    Direi "benvenuta" a una percezione così disinvolta su un argomento non semplice. Brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0