PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

LA Città a casa di Cloe

Che farò stanotte

Rumori lontani assediano
Il ricordo a rilento
Della città vivente tomba

Si gira ancora in volto
Aggrappandosi ai suoi bambini
La salatissima imperterrita statua

Sprofonda
il suo silenzio nel vicino soffrire
Senza attendere il Sogno
Mai Svegliato
mentre divampa tranquillo
l’inferno dell’ esasperato annullamento

Sfatto
Senza ricordi precedenti
L’oggi ristampa nei fatti
la rauca voce divinamente futura

Cruda l’alba notte
ha troppo buio
Per poter incidere
Senza l’accordo accorto
Il tessuto del Vissuto

in piena
Il fiume scorre
Nel Maestoso flusso

il saluto
alla sorgente sfocia
delta divergente

Color salmone cielo
L’Orsa minore devasta a morte
Opino
Evaporata Sfinita Pace

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • giuliano paolini il 10/03/2008 18:29
    c'e' un vento di rivoluzione nel tuo lavoro assai gradito e' il tuo pellegrinaggio alla sorgente della vita bella e orribile come una vita vera sa essere sinceri complimenti
  • Vincenzo Capitanucci il 10/03/2008 15:33
    Scusa Sfatto... dimenticavo.. può essere inteso dal verbo sfare... sciogliere... nel senso di morbido.. in cui può essere accolta la voce divinamente futura
    V
  • Vincenzo Capitanucci il 10/03/2008 15:25
    Ciao Ada... verso una morte ed una grande rinascita... la casa di Cloe è un riferimento biblico... Cloe è anche l'acrostico degli ultimi quattro versi e in greco significa "erba verdeggiante"
    Allora tutto bene... un saluto e bacio a tua nipotina.. anch'io sono italo-francese... o franco-italiano...
    A Bora Bora... avevo due gattine bianche... Cleo et Cloe.. ma sto divagando..

    Un abbraccio forte
    Vincenzo
  • Ada FIRINO il 10/03/2008 15:02
    Vincenzo, sono stata attratta da questo Titolo, perché Chloé è il nome della mia nipotina italo-francese. La leggo e ci colgo un acuto pessimismo o sbaglio? Anche l'oggi"sfatto" non fa presagire un futuro diverso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0