username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

antica pioggia

Fammi diventare
cioè che sei tu dentro me
Nel buio il colore nero
la lacrima nella antica pioggia
il vagabondo nel deserto solitario
Fammi diventare il nulla prima di nascere
o anima mia fammi diventare
il dolore prima che diventi Tristezza
la gioia prima che diventi sorriso

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 02/07/2008 14:53
    noto che in quetsa poesia speri di essere un qualcosa prima di un evoluzione, ma sei sicuro che queste sensazioni debbano diventare per forza altro????
    Domanda retorica per rifletterci sopra
  • Raju Kp il 31/03/2008 17:23
    grazie antonio pani per il fiume di commento.. cosi l'anima.. sempre abondante
  • Antonio Pani il 27/03/2008 19:15
    Profuma di "astrazione". Sa di intenso desiderio di elevarsi ad un "livello superiore", per godere dell'essenza della vita e non sentire il profumo delle stoppie del tempo e delle emozioni vissute e "bruciate". Io l'ho sentita così. Tanta profondità e spessore in questi versi. Molto bella, complimenti. Scusa il "commento fiume". A rileggersi, ciao.
  • Raju Kp il 17/03/2008 12:44
    Grazie Tutti per vostri commenti,
    un saluti indiano Namaste
  • Vincenzo Capitanucci il 17/03/2008 11:19
    Sempre sublime Raju... mi ricordi Tagore..

    Rimango a bocca aperta... e bevo... assaporo... questa antica e nuova pioggia.. in un sorriso..

    Saluto e m'inchino alla divinità che c'è in te... saluto indiano
    v
  • Anonimo il 15/03/2008 17:26
    molto bella
  • suzana Kuqi il 15/03/2008 16:56
    bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0