accedi   |   crea nuovo account

SERATA

Serata di fine inverno
con la luna al primo quarto
e un vento freddo,
forse tramontana
forse superno o serezzana,
che spazza via le nubi.

Serata di fine inverno
dopo una giornata intensa,
una gita in città,
un pranzo da dì di festa,
la coda sul raccordo,
il tramonto roseo e tranquillo.

Serata di fine inverno
le ultime luci del giorno calano,
si accendono le luci artificiali
dei lampioni nelle strade,
delle case nei palazzi,
delle insegne nei negozi.

Serata di fine inverno
la quiete del ritorno a casa,
la gioia dei ricordi,
il rimpianto per ciò che si poteva fare
e che non è stato fatto.
Ma va bene così.

16 marzo 2006

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/10/2016 14:20
    Un bel modo di poetar davvero. Brava!

3 commenti:

  • alberto accorsi il 05/03/2010 17:00
    a parte "ma va bene così" il resto mi pare che vada bene.
  • Anonimo il 27/01/2010 13:00
    l'ultimo verso è il migliore. il resto potrebbe essere interessante, la normalità della vita che assume un valore unico, ma descrivi troppo e canti troppo poco
  • Anonimo il 16/03/2008 12:32
    "Serata di fine inverno"...
    "Va bene così" perchè ora i rimorsi si perdono nei profumi di un' Alba di inizio Primavera...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0