username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

ULTIMO NAUFRAGIO

Si distende il mare negli anfratti delle grotte,
stridono gabbiani, naufraghi tra oscurate acque,
il cuore in tempesta ammaina le vele
lasciandosi andare alla deriva dei giorni.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • vincenzo aruta il 28/06/2011 09:16
    Quattro versi, quattro immagini, un'unica sensazione di angoscia, di sofferenza, un tuffo al cuore.
  • Anonimo il 18/01/2010 14:03
    un bel quadretto, delicato; c'è tutto quello che serve. bella
  • yari firel il 03/07/2008 02:52
    stupenda! in special modo gli ultimi due versi!
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/04/2008 21:50
    I marosi che si infrangono nelle grotte naturali nascondono un mare scuro e burrascoso in maggior misura: un immagine decisa dell’animo angosciato del poeta, frastornato dal passato e in cerca di nuove emozioni per inabissare tutto quanto è ormai avvenuto. Buona la cadenza, attraente la compattezza espressiva di così pochi versi.
  • Nicoletta Corsalini il 28/03/2008 22:11
    Son felice, caro Ivan, che questa breve poesia ti sia piaciuta. Ciao
  • Ivan Bui il 28/03/2008 14:30
    ... sei riuscita a esprimere emozioni intense in pochi versi, davvero brava.
  • Nicoletta Corsalini il 27/03/2008 09:17
    Ignazio, ti sono grata per il tuo bel commento. Hai colto un particolare importantissimo del testo.
  • Aedo il 25/03/2008 23:25
    Una poesia breve ma intensa: mi ha colpito il contrasto tra l'estensione infinita del mare e le sofferenze di chi, limitato nel proprio dolore, vuole solo lasciarsi andare. Brava!!

    Ignazio
  • Nicoletta Corsalini il 25/03/2008 18:45
    Grazie Adam, mi piace il tuo acuto commento.
    E grazie anche a te Ida e a te Agnese le vostre parole di approvazione, mi hanno resa felice.
  • agnese perrone il 25/03/2008 15:41
    e il naufragar mi è dolce in questo mare...
    hai reso l'idea di un lasciarsi andare alla deriva quando non ce la facciamo più ad andare avanti. Complimenti
  • Ida Maria Bertini il 24/03/2008 23:25
    Bella poesia, poi io amo le poesie corte, ma concrete che racchiudono anche la nostra fantasia... i dolori... i sogni. baci8 da Ida
  • Adamo Musella il 24/03/2008 19:50
    I sogni ci animano e ci spingono in alto mare, ma a volte fino al centro di una tempesta... che sia il prezzo che dobbiamo pagare? Bella ed acuta la tua Brava, un bacio
  • Nicoletta Corsalini il 18/03/2008 18:22
    Ringrazio tutti per i vostri commenti. È bello continuare a tuffarsi in un "mare" di parole.
  • Ida Maria Bertini il 16/03/2008 18:50
    Bella, amo le poesie corte, ma intense.
    Un abbraccio da Ida
  • laura cuppone il 16/03/2008 18:27
    credo anch'io... che non vi sia scelta...
    bella..
    ciao Laura
  • Anonimo il 16/03/2008 13:58
    davvero una bella poesia... scritta bene...
  • Anonimo il 16/03/2008 11:53
    Naufragio tra le grotte del proprio cuore: quasi un perdersi in se stessi, nelle proprie tempeste...
    Grande idea e bella l'immagine!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0