username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

PESCATORE DI PERLE

Io sono un ladro del mare!
pesco qualunque cosa si incastri nella mia rete,
scavo i fondali e poi seguo il faro,
mi prendo le vite nei mari!
Rischio la vita per mantenermi!
E quante volte ho pensato di mollare!
Però poi ce il mare che si incastra col cielo,
e allora poi mi chiedo:
"Come faccio ad abbandonare io mio mondo?"
perciò quando cielo e mare si incontrano...
io sono là a guardare le stelle!
IO SONO UN PESCATORE DI PERLE!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • vito proscia il 02/06/2008 15:28
    brava alì tutti siamo pescatori e tutti lottiamo per mantenerci brava davvero
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 03/05/2008 00:06
    Sei un ottima osservatrice! Scaltra e a quanto pare attenta ai ricordi della vita!
  • augusto villa il 26/04/2008 21:12
    Eh sì... un bel dilemma!!!... bella, sia per il contenuto che per le immagini...
  • Vincenzo Capitanucci il 19/03/2008 12:52
    dimenticavo.. la... nota musicale del diapason.. per mettermi in armonia con le stelle

    mi sfugge... percio... va beh.. ripasso dopo
  • Vincenzo Capitanucci il 19/03/2008 12:48
    Adoro quei "cosidetti" sbagli di ortografia... nella vite dei mari... vedo l'ebbrezza di questo pescatore-ladro che ha trovato un tesoro nella sua rete...
    e tiro un Risciò... la vita... per mantenermi... quanta saggezza.. perchè il tesoro trovato.. lo ha nascosto... da occhi indiscreti..

    e poi ti vedo ascoltare un "Pero Campana" varietà di Pero... che ricorda il suono mistico della campana... e da un frutto succcoso.. dolcissimo.

    ed allora giustamente ti chiedi... come faccio io ad abbandonare... questo mio mondo

    E puro vangelo... stupendo..

    Grazie Alice.. mi hai fatto entrare nel paese delle meraviglie... o forse c'ero già... ma chi ero???
    v
  • Vincenzo Capitanucci il 19/03/2008 12:29
    Alice.. che perla che mi ero persa... scavo fondali e seguo il Faro... luce profonda sublime... incastonata fra il cielo e il mare.. uno scrigno azzurro.. fatato..

    Sei una meravigliosa pescatrice... non la rana pescatrice...è un po' bruttina.. però è molto buona... poverina.. lol

    Grazie.. prometeica ladruncola
    v
  • Ugo Mastrogiovanni il 18/03/2008 14:21
    È sempre necessario seguire il faro quando si va per mare, anche si crede di poterlo dominare. I tuoi versi promettono bene Alice, ma dovresti stare più attenta ai refusi come: ”mi prendo la vite nei mari!” forse la vita; ”Rishio,” forse Rischio; ”Pero”, forse però”; percio”, forse perciò; ”io sono la” forse là.
  • alice di nanna il 17/03/2008 18:53
    vabbè pero i commenti lasciateli!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0