accedi   |   crea nuovo account

Trasformazione

Sono umile canna
spettinata dal vento.

Ma quando le tue mani
accarezzano il mio viso
e
il labbro colmo
modula il mio nome.

Divento flauto

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Giampaolo Angius il 25/11/2008 09:54
    Grazie per il suggerimento, ho provveduto a modificare "colmo labbro" in labbro colmo". credo proprio fosse un errore.
    Serenme 24 ore
  • Conte di Bismantova il 25/11/2008 09:50
    e qui metto cinque stelle. Anche se mi da' un po' fastidio l'abitudine obsoleta di anteporre l'aggettivo... non ti piaceva il "labbro colmo"? e attento: dopo "nome" non ci va il punto.
  • Conte di Bismantova il 25/11/2008 09:48
    e qui metto cinque stelle.
  • Stefania Barbieri il 17/07/2008 11:31
    Bellissima davvero!!!
  • nicoletta spina il 20/03/2008 22:25
    umile canna si trasforma in flauto, con la carezza di amorevoli mani... e una metafora si trasforma in poesia, con il dolce tocco della sensaibilità tua. Bellissima!
  • Alessio Cosso il 20/03/2008 17:41
    ... brevissima metafora... splendida!!!
  • alice di nanna il 20/03/2008 17:29
    bravo! è davvero meravigliosa! complimentissimi!
  • Aedo il 20/03/2008 16:42
    Brevi versi, che evidenziano con potenza espressiva la forza dell'amore.
    Complimenti!

    Ignazio
  • Ugo Mastrogiovanni il 20/03/2008 16:39
    Poesia breve, attraente, delicata e incisiva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0