accedi   |   crea nuovo account

Stanco

Sono stanco, respiri profondi amplificano il silenzio,
la pioggia fuori batte e il buio è cattivo,
colgo momenti di solitudine,
il canto della notte si lamenta, nelle mie orecchie le foglie gridano, la finestra batte, il vento crea momenti di inquietudine.
la luce è sfuocata dalla finestra bagnata,
sento gemiti di illusioni,
guardo l’astratto delle gocce che scendono come proiettili,
creo una tela mentale con la realtà,
ma mi sento solo.. la mia testa ride,
e dal mio volto scende una lacrima.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • vincent corbo il 02/11/2009 17:12
    bella composizione
  • vincent corbo il 02/11/2009 17:12
    bella coposizione
  • moreno plus+ il 25/03/2008 00:04
    bravo moreno, sei tutto papà. fmem
  • Giampaolo Angius il 23/03/2008 20:49
    Centrata. Tutti i versi trasudano stanchezza, rendono perfettamente l'idea di qualcuno che insomma "è stanco". Anche la lacrime che "scende" è sinonimo di un'azione la meno faticosa possibile, come lo scendere appunto. Bravo. Serene 24 ore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0