PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

DARK

Un campo di lacrime di cristallo
freddo come il mondo che lo circonda
invade il freddo e lento respiro

la mia ombra si allunga strano riflesso
una pallida luce nella nebbia
un volto che ti trascina nell'oscurita'

ora mi aggirerò nell' interminabile notte
questa dolce malinconia
vaneggia nella preziosa memoria
ancora non sazia

scia di dolore avvolge
il mio mantello che striscia
sulle strette e lunghe vie
del domani.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Lestat V il 09/09/2008 17:58
    grazie riccardo del commento
    e del consiglio a rileggerci
    amigo!
  • Riccardo Brumana il 08/09/2008 12:52
    parte un po' zoppicando, quel freddo ripetuto in modo così casuale, avrei usato un sinonimo al posto di una delle due, ad esempio "gelido", oppure "senza vita", ma poi prende subito i giri e diventa una stupenda poesia. l'ultima strofa è da applausi!!!
  • Lestat V il 06/09/2008 11:38
    grazie del commento sara! sempre gradito!
  • sara rota il 21/08/2008 15:49
    Sembra il muoversi guardingo del re della notte. Piaciuta.
  • Lestat V il 27/03/2008 23:09
    grazie agnese del commento felice che ti sia piaciuta
    un morso Lestat
  • agnese perrone il 26/03/2008 21:26
    bellissima, suggestive immagini che si dileguano tra i fruscii del tuo mantello: adesso non ho più bisogno di scrivere poesie tristi, dopo aver letto i tuoi bellissimi versi... ciao
  • Lestat V il 24/03/2008 22:07
    ciao katie grazie del commento hai ragione!! ho un brutto vizio di non rileggere mai quello che scrivo!!! un morso Lestat
  • Lestat V il 23/03/2008 10:43
    ciao nicoletta grazie del commento il tuo sorriso e' arrivato forte e chiaro :_D
    un morso Lestat
  • Lestat V il 23/03/2008 10:41
    ciao oceano grazie del commento come sempre rusingato immagino le tue stelle nell mio buio riflesse nell' oceano da restare senza fiato un bacio:bacio:
  • Lestat V il 23/03/2008 10:33
    cioa charlotte grazie del commento felice che ti sia piaciuta un morso Lestat
  • Lestat V il 23/03/2008 10:31
    ciao monica grazie del commento a rileggerci Lestat
  • nicoletta spina il 22/03/2008 22:57
    anche se sono un tipo solare adoro la notte e in questa tua bella poesia ho respirato il fascino del buio e della malinconia
    ma ti lascio un sorriso
  • Monica P. il 22/03/2008 13:45
    Adoro la prima strofa, è come se si potessero sentire davvero le lacrime congelate sotto uno sguardo nudo che ne rimane quasi accecato... My pleasure..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0