PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pace

Mi oltraggiano con parole di odio.
E non mi inquieto

Mi onorano.
E non mi rallegro.

Desideri sopiti, emergono silenziosi……
E come fulgide gemme si protendono nel nulla,
delicati……attraenti
e poi muoiono.

Niente mi strappa a questa pace.
Quali ricordi nel tempo di questo mio noviziato?

Cammino, senza che la voglia di correre
mi inviti al peccato.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • ELISA DURANTE il 30/09/2010 07:43
    La poesia ci invita, come spettatori ad una lezione dimostrativa, ad un percorso spirituale emozionante per profondità. Viene voglia di iniziarlo, e presto.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/04/2008 15:23
    Equanime serenità.. raggiunta dopo lunghe battagli.. ma che importa...

    Pacificamente
    v
  • Cinzia Gargiulo il 19/04/2008 15:20
    Se hai raggiunto un così grande senso di pace interiore sei molto avanti.
    Poesia molto bella!
    Un abbraccio...
  • Adamo Musella il 23/03/2008 11:29
    le tue parole sono un vero esempio di pace interiore che potrebbe rendere il mondo migliore Imma la tua è un esempio di amore universale. Molto brava
  • Aedo il 22/03/2008 21:28
    Un senso di pace, che va al di là delle vanità o dei riconoscimenti...
    Bella e significativa poesia!
    Ciao

    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0