PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

VISIONI DIURNE

Smosso è il cielo
da antichi turbamenti
che tornano,
tormentano suture dell’anima.
Cadono acquose sensazioni
al ritmo dei miei pensieri.
Soffio divino agita
fogliame sparso,
ammuffito dalla stagione inclemente:
libera profumi verdastri,
sfiora con invisibili dita
le corde di un’arpa lontana.
Musica di Dei che riempie
il cosmo (vibra un sentimento
remoto, accende la sete di Conoscenza).
Traccio segni su fogli sparsi,
ardono di vita,
rinascono, mi parlano:
- “ Fiera peccatrice,
troppo orgogliosa
di un coraggio inconsistente,
fatua resistenza, la tua,
alla forza del Destino.
Abbandona il tuo corpo,
libera l’animo da
pensieri vani e dubbi irrisolti,
lascia che il Suo soffio ti penetri.”-

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • K. Lear il 20/05/2009 16:16
    Io penso che la forza che ci spinge nasce dal desiderio di limpidezza.. Ma la vita è anche cercare questa limpidezza attraverso il fuoco.. Gesù andò nel deserto, a farsi tentare, perchè lo volle non perchè era di passaggio..
  • Marco Vincenti il 05/04/2008 15:22
    In questo bello scritto si percepisce una sorta di dolore. Complimenti
  • cinzia bucolo il 27/03/2008 10:02
    riesco a percepire un rifiuto dettato magari da codardia a vivere qualcosa di importante. I concetti sono ben espressi. Ben scritta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0