accedi   |   crea nuovo account

Tangenziale Ovest

Non mi basta più questa piazzuola
questa corsia d'emergenza.
Vorrei volare via
lontano da qui
nel bosco dei miei sogni
ove i miei timpani
possano vibrare solo
della musica ch'è in me
a ritrovar me stesso
e un po' di pace

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Salvatore Mercogliano il 04/01/2010 18:43
    Vola per campi di grano, Vola per infiniti ed eterni mari, vola... libero; Bravo.
  • Ada FIRINO il 08/04/2008 14:48
    Le piazzole sono sempre troppo strette per un cuore che sa volare. Anch'io ho corso di piazzola in piazzola, fino ad arrvare a quella dentro di me, larghissima, dove il mio essere ci naviga e vi trova la pace, dove i giudizi ed i pregiudizi non possono arrivare, dove ho tagliato il filo spinato che faceva da confine e ci ho fatto entrare dei sentimenti eterni: l'Amore e l'Amicizia. Tu ce l'hai già dentro di te questa larga pianura, Augusto. Rispolverala! Bellissima metafora.
  • alberto accorsi il 08/04/2008 10:11
    Evasione. Che altro ci rimane?
  • Anonimo il 01/04/2008 10:56
    Augusto... con poche parole riesci sempre a catturare l'emozione di chi ti legge. Sempre unico.
  • terry Deleo il 25/03/2008 22:58
    Ma tu stai già volando... sei dentro ai tuoi Sogni e in quel bosco hai ritrovato te stesso.
  • Cinzia Gargiulo il 25/03/2008 10:41
    Vola Augusto! Vola inseguendo i tuoi sogni e ritrova te stesso e la tua pace!...
    Qualche volta si fa un po' a fatica a ritrovarsi ma se lo vogliamo fortemente alla fine ci riusciamo.
    Ti auguro un felice volo e un sereno atterraggio...
    Un abbraccio...
  • Vincenzo Capitanucci il 25/03/2008 01:07
    Bellissima.. stretta.. rumorosa questa piazzuola... insita me.. una musica d'arpa.. vibrazioni di luce.. nella mia natura pù vera.. un bosco... il giardino.. Me stesso..

    Con stima
    v
  • laura cuppone il 24/03/2008 17:36
    solo io, solo il sogno, ciò che di me fa Me..
    e fermarmi un attimo
    nel bosco
    confuso intreccio di rami
    ma nitido e intrinseco pensiero..
    bella, breve.. ma molto intensa!
    :bacio:
    Laura
  • suzana Kuqi il 24/03/2008 14:52
    molto bella
  • Anonimo il 24/03/2008 10:08
    Riconosco quella piazzuola, anche se in un posto diverso, un luogo d'emergenza quando il carico della vita, sembra schiacciarti...
    Il mio bosco dei sogni è davanti al mio pino, sola con la musica che cerca di empire quel vuoto, il colore delle sue fronde e il suo profumo che cercano di donarmi quella pace, che a volte non basta più...
    Bella, Augusto..
    perchè con pochi versi, hai saputo descrivere poeticamente, uno stato d'animo che accomuna a tutti...
    Complimenti, ora è come se la tua poesia avesse qualcosa in più.. forse da quando le tue lacrime hanno deciso di venire allo scoperto... si sente ancor di più la tua sensibilità
    Un abbraccio Augusto
    Ti voglio bene
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0