accedi   |   crea nuovo account

Maschere senza volto

Si corre sul selciato anonimo
con il volto compresso in una smorfia di dolore
e lo sguardo vitreo
perduto nel nulla,
s’innalzano muri di silenzio
tra chi non ha il coraggio
di fermarsi un attimo
e ascoltare
al di là del vuoto caotico
la voce del cuore.

Cosa celate dietro la maschera
senza volto?
Gridano al vento
le tante morti bianche
prive in vita di sicurezza nel lavoro,
sarebbero bastate poche briciole di moneta
per arrestare la spirale dell’oblio.

Cosa celate dietro la maschera
senza volto?
Forse il nulla?
E rimbomba nell’aria come un’eco
l’urlo di tante giovani vite
trafitte senza pietà
da crudeli ombre omicide.

Solleviamoci dal torpore
dalla rabbia che non ha voce,
e strappiamo le maschere senza volto
colorando la dignità dell’uomo,
perché non sia più solo a piangere nella notte
e a lottare contro l’egoismo della prepotenza,
affinché ci spossa fermare lungo la strada
e donarci un sorriso
abbattendo gli steccati del nulla.

Uno strano corteo si avvia senza parole
e si arresta nella piazza,
sui cartelloni
sulle lenzuola
nessuno slogan
ma una sola parola:
“RISPETTO”.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • Anonimo il 19/04/2011 11:08
    Un tema toccante che tu, come semre, hai saputo mettere a nudo, in una bellissima poesia... la vita è un dono prezioso e va RISPETTATA bravo
  • Anonimo il 07/06/2010 09:28
    La vita merita sempre rispetto, in qualunque luogo o circostanza.
    Purtroppo viviamo in un paese in cui spesso la prevenzione è inesistente.
    Una pessima realtà.
    Una bella poesia.
  • Aedo il 07/04/2008 23:48
    Grazie, Alfonsa, per l'apprezzamento. Purtroppo l'egoismo umano continua senza soste...
    Un caro saluto
  • Aedo il 05/04/2008 21:55
    Grazie, Anna e Tiziana, per le vostre belle parole... Purtroppo le morti bianche non si arrestano, nonostante le denunce. Bisogna continuare a urlare lo sdegno nella speranza che qualcosa cambi...
    Un caro saluto
  • Anna G. Mormina il 05/04/2008 21:41
    Ignazio,
    è bellissima questa tua poesia, questa tua denuncia alla società... anche io mi scuso per non aver commentato prima... mi è sfuggita...
    un abbraccio!
  • TIZIANA GAY il 04/04/2008 10:08
    Mi piace quando si danno parole forti a chi non può parlare!
  • Aedo il 01/04/2008 23:19
    Sono contento, Dany, che tu mi abbia fatto una visitina. Grazie!
    Il tuo commento è molto appropriato: purtroppo, soprattutto per questioni economiche, lo sfruttamento sul lavoro continua e non si arrestano le morti. Il rispetto è ancora lontano...
    Ciao
  • Daniela Treccani il 01/04/2008 03:10
    Un pensiero molto toccante, ma purtroppo fino al momento in cui l'essere umano imparerà il rispetto sia per l'altro che per la vita sempre ci saranno morti bianche, Bravo
  • Aedo il 27/03/2008 19:23
    Grazie ai tuoi bacetti, Cinzia, hai ottenuto il mio perdono...
    Sei sempre così affettuosa, amica mia!!!
    Baci. :bacio: :bacio:
  • Cinzia Gargiulo il 27/03/2008 18:23
    RISPETTO!... Una parola di cui oggi si abusa ma pochi sanno veramente cosa
    sia il rispetto dell'altro.
    Solo da animi sensibili possono nascere poesie come questa e tu Ignazio hai
    una grande sensibilità.
    Bravissimo ancora una volta...
    Perdona il mio ritardo nel leggerti... ti dò doppia dose di bacetti...
    :bacio:...:bacio:... :bacio:...:bacio:...
  • Aedo il 26/03/2008 23:02
    E'vero, Oceano, ci vorrebbe tanto rispetto, non parole vuote. Grazie infinite del tuo commento! Ciao
  • Aedo il 26/03/2008 18:58
    Ti ringrazio, Bruno, per il tuo apprezzamento.
    Ciao
  • Aedo il 26/03/2008 17:58
    Grazie infinite Agnese, Lucia, Charlotte, Nelida, Katie e Antonietta, per i vostri partecipati commenti. Questa poesia l'ho scritta circa un mese fa, colpito dalle notizie sempre più allarmanti delle morti sul lavoro; e purtroppo la spirale continua. Noi possiamo e dobbiamo sollevare il nostro urlo sempre più forte, perché ci sia più rispetto per la vita umana...
  • lucia cecconello il 26/03/2008 16:15
    Davvero bravo purtroppo solo quando succedono tragedie si pensa a quello che si era potuto fare e il rispetto non esiste almeno per quelli che si nascondono dietro ad una maschera ciao
  • agnese perrone il 26/03/2008 15:20
    Complimenti, sei riuscito a mettere in versi un tema di scottante attualità,
    quante volte facciamo finta di non vedere l'egoismo e la prepotenza che si nascondono dietro maschere di perbenismo e di profitto, grazie per quella
    parola "RISPETTO", che fa pensare, e ridona dignità...
    Molto bella, bravo come sempre tu sai essere.
    Ciao
  • Anonimo il 26/03/2008 14:18
    A volte, nella nostra corsa arrogante ci dimentichiamo del rispetto per gli altri, ma anche per noi stessi. Grazie per avermelo ricordato con una poesisa che penetra e fa rallentare il nostro ritmo interiore. nel
  • Antonietta Di Costanzo il 26/03/2008 12:43
    Sante parole, non non dico niente questa poesia merita il mio rispetto, come lo meritano quei giovani che per colpa di chi indossa una maschera di convenienza, finisco la loro vita tragicamente!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0