accedi   |   crea nuovo account

Adesso che ho vent'anni

Adesso che ho vent’anni
Mi voglio rovinare
Ho già in mente qualcosa
Che vi faccia preoccupare

Adesso che ho vent’anni
Dovrei già lavorare
Ma c’è chi continua a dire
Ti devi laureare

Adesso che ho vent’anni
Ho smesso di stupirmi
Il mondo ce lo impone
Non resta che seguirli

Adesso che ho vent’anni
Decido di scappare
Uscire un po’ di casa
Non farmi più trovare
Potrebbero star male
Ma il tempo insegnerà
Che in fondo gli conviene

Adesso che ho vent’anni
Arriva un’emozione
Che basta solo oggi
E domani è un’illusione

Adesso che ho vent’anni
Mi aggrappo alla chitarra
Aiuta troppe volte
Ti tiene sempre a galla

Adesso che ho vent’anni
Non me ne può fregare
Di quello che ripetono
Ho una mia morale

Adesso che ho vent’anni
Pensano che sia un duro
Non sanno che lo faccio
Quando ho le spallo contro il muro

Adesso che ho vent’anni
Mi piace esagerare
E quando sarò ai trenta
Magari sarà uguale

Adesso che ho vent’anni
Non ho la testa a posto
Domani provvederò
Ma so che non lo faccio

Adesso che ho vent’anni
Mi voglio divertire
Ma è sempre tutto pronto
Per potertelo impedire

Adesso che ho vent’anni
Imparo anche a capire
Che forse di vecchiaia
È meglio non morire

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Paola Reda il 29/03/2008 10:00
    Scritta con il cuore realmente di un ventenne: mi sono rivista in queste strofe! Un piccolo, sincero consiglio: non smettere MAI di stupirti, nè a vent'anni nè ad ottanta. Stupirsi per ciò che è nuovo significa essere vivi dentro a qualunque età. BRAVO!
  • Rita P il 28/03/2008 22:39
    Quando ne avrai quaranta di anni dirai :fortunato me! Simpatica, come i tuoi vent'anni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0