accedi   |   crea nuovo account

In volo

Se vedo il mare in tempesta,
so che il vento aleggia possente e volitivo,
e s'infrangon le onde spumeggianti,
su falesie aduste e inesplorate.
Se vedo l'aquila maestosa volteggiare,
so che regna sovrana su cime sperdute,
e da lassù a viglilar scaltra,
sfoggia l'acuta vista e il forte artiglio.
Rocce a strapiombo sul mare,
accolgon l'eterna danza dell'acqua,
che fragili conchiglie di madreperla,
largisce perenne a fulvi arenili;
gabbiani reali lascian la costa,
e seguono in volo navi distanti...
... là dove il mare è grande e libero.
Se mi adagio sullo scoglio,
figlio del mare e di fiabesche sirene,
so di non poter volare
nella natura perfetta ed immensa,
è certa la mia fragilità,
solo d'amare potrò sperare.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Marcello De Tullio il 22/08/2009 22:06
    i tuoi versi scivolano nella lettura come una dolce armonia
  • augusto villa il 27/02/2009 11:27
    Direi proprio che m'è piaciuta!!!
    Belle le immagini... e bella la riflessione a cui portano... Una riflessione alla quale anch'io arrivo spesso... Una bella riflessione... Magari i "potenti" ci arrivassero!... Sarebbe tutto un altro mondo! Ciao! Brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0