PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Allegro ma non troppo

È un salire graduale
che ti porta là su in cima,
quando esci dal normale
e s’intrecciano i pensieri.

Pochi ostacoli nè barriere
o il pallore del tuo viso,
circostanza di un sorriso
irrompe, nascondendo il vero.

È la somma dei momenti
di quei giorni sempre insieme,
respirando i luoghi ed i tempi
di una storia quasi vera.

Si è strappata quella tela
non ha senso quel dipinto
sovrapposto diluito e dal tono
ormai sbiadito.

Nel passar di poche ore
è bastata un’intrusione
Il chiarore di un abbaglio
ed il buio nel tuo cuore.

Ho investito sull’amore,
ho sofferto!
non ho compreso,
l’inquietudine sul tuo viso,
ho sperato in quel giorno,
perchè tutto fosse finito.

Adesso è il tempo dei ricordi,
stendo il bianco sulla tela
schizzo un volto d’altri tempi
fino a tardi, è quasi sera.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 17/02/2009 16:22
    Bellissima anche questa... mi ha colpito molto il titolo... l'amore ha i suoi tempi la sua crescita ed aimé la sua morte... come delle persone care, passato il tempo del doloroso lutto, restano i bei ricordi, tinti di malinconia... su tele senza strappi. Splendida.
  • augusto villa il 22/11/2008 14:23
    Cavoli!...è bella!... eccome!... Ciao, passero' a rileggert!...
  • Carmelo Rannisi il 01/04/2008 17:00
    Grazie Lucia, il tuo intervento denota la tua attenta sensibilità.
  • lucia cecconello il 31/03/2008 17:26
    Molto bella ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0