username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come una foglia

Un d’ assai vicino da te mi staccherò,
sol io so quanto soffrirò.
È una primavera troppo corta la tua vita,
se penso or mi sento smarrita.
Sol tu accettasti ma in cuor mio non so
Perché con tanta rassegnazione al veder fuggir la tua stagione.
Come una foglia la morte ti rapirà,
quanto cui si soffrirà Come un bimbo s’addormenta la morte arriva lenta,
lenta. Basta soffrir cosi, come una foglia ti vedo appassir, ma il tuo vento non è venuto ancor, il sol sorge nel mio cuor
Come una foglia nel silenzio te ne andrai,
quanti a pianger lascerai

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 06/06/2008 10:28
    Sempre impegnato e apprezzabile il tema; il verso appare alquanto elaborato e non a misura di “Parole di un cane”.
  • Aedo il 02/04/2008 17:04
    Anche se alcuni versi sono troppo lunghi, la tua poesia ha un suo importante significato: attraverso la similitudine con la foglia esprimi l'estrema caducità della vita.
    Complimenti!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0