PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

in un muto orto solitario

apro le braccia adesso
e ferma
pallida e bianca
con i miei umidi occhi
da cui sgorga
una lacrima maledetta
che alimenta un fiume
che non sboccia in mare
lo guardo
è un verde melograno
è verde eppure
rovi pieni di spine lo abbracciano
sotto di lui
la terra è arida
il sole non lo riscalda più
ma è sempre verde
con dei fiori
vivaci e profumati
ed io
pallida e bianca
son sempre bella
è viva.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/03/2012 07:36
    splendida poesia complimenti elena

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0