PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

RigiRiAmo il mondo ai Mutanti

Sono un lupo transgenico
Travestito in nonno-nonna

Mangio cibi modificati

Mais con geni di scorpioni
Lattughe con geni d’agnelli

Muto cambio mi trasformo

Non conosco il prossimo passo
Il sentiero appare solo
Quando poso il piede

Ho una sete infinita

D’infinito

Berrei una cascata in sorgente

Auhhhhhhhhhhhhhhhhh

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 03/04/2008 10:39
    Perchè amo gli abissi.. gli infiniti echi delle profondità... una Pacifica Atlantica Indiana condivisione con Te... mare nostrum..
  • Vincenzo Capitanucci il 03/04/2008 10:01
    Grazie Anna.. una sete infinita siiiiiiiiiiiiii
    Grazie Vincè no non rende liberi... sono semi sterili.. ogni volta devi ricomprare i semi da Loro... ladroni.. lattuga-agnelllo è un'invenzione mistica..

    Ascolta OM... ho una bocca grande per bermi meglio.. potrei bermi il tuo Oceano e lasciarti il mare??? lol

    Un bacione a voi tre... e attenzione sono anche un Vampiro di Bellezza...
    v
  • Anna G. Mormina il 02/04/2008 21:09
    ... sete infinita d'infinito...
    ... magnifici questi versi, interessante la poesia... chi siamo?... che mangiamo?... cosa facciamo?... bravo, come sempre!... un sorriso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0