accedi   |   crea nuovo account

Dai confini del tempo

Dai confini del tempo
osservo, immobile,
il mio silenzioso giardino
che esibisce, ormai,
solo gli steli inghirlandati
come cristalli di brina.

E mentre la memoria,
vibrante di emozioni
e
colta da nostalgia,
cerca tra le fredde aiuole
gli avanzi di petali
non ancora appassiti,

tutto in fretta scolora;
ma nel cielo invernale
fattosi azzurro e rosa,
si espande, dolce,
il trillo del vispo pettirosso,
che culla la mia sera.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Marco Vincenti il 07/04/2008 01:28
    Bello questo tuo guardare la vita con un pizzico di nostalgia, e nello stesso momento osservare il tutto, grazie alla maturità che il trascorrere del tempo ci attribuisce.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0