username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sogni infranti

Cielo ceruleo e muto
come mare confuso e morto,
nasce dalle tue fonti
la nebbia che ci divora,
l' Assenza, come oscura
voce di pianto e
ombre di sogni infranti.
Sogni di voli alti,
nella vastità azzurra,
di bianche ali di gabbiani
ebbri d' immenso.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 07/11/2010 12:54
    componimento veramente apprezzato... riesci a dare l'idea di ali spezzate di un sogno infranto, caricato di promesse... saluti Alessio
  • Free Spirit il 29/07/2009 00:35
    Nella bruma un oscuro singulto
    l'Assenza che divora e infrange
    Onirici voli ebbri d'immenso
    nell'alto d'un azzurro ciel
    sogni sconfinati
    Si davvero una pregevole perla complimenti
  • antonio castaldo il 25/03/2009 21:42
    bella... POESIA... brava.
  • Ugo Mastrogiovanni il 11/09/2008 17:07
    Mi piace quell'Assenza con la a maiuscola, molto significativa, e il seguito del verso "come oscura voce di pianto": a volte basta una frase a far poesia.
  • Riccardo Brumana il 10/09/2008 13:19
    molto dark, spero non sia solo una perla fra le biglie, ti leggerò ancora. complimenti!
  • Giuseppe Aricò il 05/04/2008 05:38
    Mi pare che nell'Assenza stia la chiave. Poi si sale oltre la coltre grigia ed il respiro s'allarga nello spazio azzurro.
  • Antonio Pani il 04/04/2008 19:46
    Versi intensi, profondi, che "trasportano". Trasmette un disperato bisogno di libertà, di "aria", di leggerezza e serenità. Io l'ho sentita così. Molto bella, brava, complimenti. A rileggersi, ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0