PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Segreto di Papà Goriot a Honoré de Balzac

Avvolgimi luce
Sono uscito svestito
dal tuo sommo vestito

Cucito ricucito uscito nudo.. probo
In uno strappo riuscito approdo strappato al lampo
Troppo campo al canto il contro canto snudo

sul confine incerto conta
da un lampo ne sono certo
cerco lo scampo


inciampo nell’allucinata coppa trabocco
capo fiorito nel  sonno dalla bocca sogno
in sogno m' insegna…un bacio disseta

in pochi attimi di Amore si riassume una vita
quando sfioro la tua pelle di seta
mi ritrovo con il cuore in mano
fanciulla dagli occhi d’oro

Sono un segno un raggio baciato nato dal Seno
Vago sano in un insano santo saldo vagito
Filo di filante sogno di  stella soldo
mentre scollego sfilo collego collegi di colleghi
slego fili steli  vedo vendo sfoglianti  diserbanti sognanti

Leggo nel vento sfoglio  diserbo sradico veto vieto servo
l’anima dal mondo… estirpo serbo il servo in araldico foglio

ecco
cieco
becco
lecco
alla fonte dove si sfonda in fronde
la foresta fonda dell’universo profondo

sprofondo verso incanto frodo il verso in canto passo
ascolto il fondo il brodo dell’unico sfondo valido
bevo la feccia il fondo metto in moto spaccio il matto Vale

sfondo sfascio visito sorpasso la vita il vitto il voto il motto
mentre scivolo in vite soffro smotto smorto in tonfo profondo
fra pensieri scivola vinoso il vino del non pensiero il mondo

sbrodo m’abbandono nel gelo…  in cielo godo

sbalzo fuori balzo in dono

12

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0