accedi   |   crea nuovo account

LUNA

Notte d'estate, il cielo un canestro di stelle
e tu luna ti affacci a vederne di belle.
Oh pallida luna che ispiri l'amore
con esso percorri il tuo solito andare.

Sei luna di falce per giovani amanti
che sognano lidi sinceri, allettanti.
Fai fremere loro il cuore bambino
quando giurano sempre di starsi vicino.

Diventi poi bianca, crescendo di più
elargendo una forte attrazione quaggiù.
Stasera si cercano, si donano entrambi
diventan tuoi figli i due giovani amanti.

Ma quando il tempo, col suo naturale cammino
fa loro scemare l'amore in declino,
sogghigni dall'alto leggermente velata
da una nube che impudica ti ha corteggiata.

Son stanchi gli sposi ormai non più avvezzi
a combatter la vita che avevan sognato,
così, per cercare di riprenderne i pezzi
si cercano amanti oltre il sogno sfumato.

Allora arrossisci, o perfida luna,
allora capisci che è solo avventura:
mera occasione di una squallida storia
che ricerca soltanto l'emozione d'allora.

Nel tuo lungo cammino ritorni una falce
lasciando soltanto un vuoto silente.
Pian piano scompari nel nulla infinito
trascinandoti dietro un amore tradito.

Distratta riposi nel tuo cielo di stelle
non pensi agli umani e alle loro querelle.
Già pensi che tutto al prossimo giro
sarà come sempre, sarà solo un raggiro.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Paolo Forlani il 07/04/2008 20:03
    Triste realtà questa luna... Lei è perfetta e solita. Siamo noi che cambiamo... Ciao.
  • Marco Vincenti il 07/04/2008 01:15
    Molto bella questa luna. Mi piace questo tuo modo di " poetare".
  • Anonimo il 07/04/2008 01:12
    Come faccio a demolire un inno ad una meraviglia della natura...
    Sono io che sono distratta... gurda quanti errori ho fatto scrivendo...
    mi sa che ora di andare a nanna...
    Un bacio Paola
    e la tua luna è bella...
  • Paola Reda il 07/04/2008 01:08
    Ehi Angelo, non rileggerla ancora una volta... altrimenti me la demolisci!!!! Non era mio intento fare esercizio di stile, mi è venuta così, che ci posso fare? Sogni d'oro
  • Anonimo il 07/04/2008 00:27
    Mi correggo
    le ultime quatine le hai fatte tutte diverse...
    con la rima alternata hai fatto solo la 5 strofa
    Scusa pensavo fosse più studiata..
    un bacio
  • Anonimo il 07/04/2008 00:24
    E brava Paola... ti sei studista anche la metrica per questo inno alla luna...
    4 quartine con la rima baciata.. e
    4 quartine con la rima alternata...
    Bella la luna... che incantevole magia starla a guardare,
    ci regala sensazioni irripitibili.
    Ciao Paola
    ti abbraccio
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0