username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

a volte mi succede

A volte mi succede che
la notte diventa infinita,
e lacrime bagnino il cuscino,
sarà perché… c’è mai un perché?
se la vita mi sfugge dalle dita,
appassita fin da bambino,
no, non ci può essere un perché
diverso dal non esser la tua vita,
resto, allora, confuso dal destino
a rimirar la stella del desio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Riccardo Brumana il 06/04/2009 00:37
    la clessidra del tempo scorre inarrestabile...
    e meno sabbia rimane e più sembra scendere veloce!!!
    per questo trovo giusto non lasciar niente di intentato nella vita
    è troppo breve per collezionare rimpianti.
    bella poesia complimenti.
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 06/05/2008 16:32
    profonda...
  • manuela giorda il 04/05/2008 23:05
    La vita... vuota, dolorosa, infinita, ma allo stesso tempo bella, piena di tanti perchè senza risposta... e allora ecco un mare di lacrime scivola sul tuo cuscino, il cuore non si da pace e non riesci a trovare una speranza, delle risposte, e resti a rimirar...
    Ti capisco sai, anche a me la vita non ha donato gioia ma la vita continua, non bisogna abbattersi mai! e chissà un giorno il sorriso tornerà a iradiare il tuo volto con una carezza di un caldo raggio di sole che asciugherà le tue lacrime. Te lo auguro di cuore. Triste ma molto bella! ciao Manuela.
  • luigi deluca il 23/04/2008 21:14
    per tutti i cuori gentili che hanno condiviso questa mia "emozione"...
    grazie, fa bene sapere di non essere "soli" gigi
  • luigi deluca il 23/04/2008 21:11
    per Alberto, no, è proprio così: diverso dal NON essere (io) la TUA vita...
    gigi
  • Antonio Pani il 17/04/2008 08:38
    Versi ricchi di grande sensibilità. La trovo dolcemente triste. Mi è piaciuta, bravo. A rileggersi, ciao.
  • augusto villa il 14/04/2008 10:30
    ... una vita... appassita fin da bambino... che sfugge dalle dita, come se fosse finissima sabbia... Molto bello quel... rimirar la stella del desìo.
    Piaciuta!... Bravo Luigi!
  • alberto accorsi il 13/04/2008 16:10
    Infinita tristezza. Forse il terzultimo verso dovrebbe essere "diverso dal non esser tua la vita " o no?.
  • Maria Lupo il 10/04/2008 02:09
    Sai già cosa penso...è così struggente che quasi ritrovo quelle famose lacrime che restano dentro...
    Distratta dalla pps non avevo fatto sufficiente attenzione a quel verso"appassita fin da bambino" che colpisce al cuore
  • TIZIANA GAY il 09/04/2008 12:07
    sì succede... di bagnare il cuscino di lacrime Bravo!
  • Anonimo il 08/04/2008 23:57
    Bella gigi...
    Succede un po' a tutti.. quello che tu poeticamente hai descritto
    Un abbraccio
    Angelica
  • Giovanni Cuppari il 08/04/2008 22:12
    La vita è fatta di tanti perchè? ma ci saranno risposte a tutte? Bravo Luigi. Gio'

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0